Nel superbonus 110% anche l’IVA “parzialmente” indetraibile

Potrebbe trovare posto tra le spese ammesse al superbonus 110% anche l’IVA parzialmente indetraibile

di , pubblicato il
Nel superbonus 110% anche l’IVA “parzialmente” indetraibile

Con un emendamento approvato 5ª e 6ª Commissione del Senato alla conversione in legge del decreto Sostegni, si propone di inserire tra le spese ammissibili al superbonus 110% anche l’IVA parzialmente indetraibile.

Spese ammesse al superbonus 110: c’è anche l’IVA indetraibile

Come specificato nella Circolare n. 24/E del 2020, sono detraibili nella misura del 110%, nei limiti previsti per ciascun intervento, anche le seguenti spese:

  • costi sostenuti per l’acquisto dei materiali, la progettazione e le altre spese professionali connesse, comunque richieste dal tipo di lavori (ad esempio, l’effettuazione di perizie e sopralluoghi, le spese preliminari di progettazione e ispezione e prospezione)
  • altre eventuali spese strettamente collegati alla realizzazione degli interventi, come ad esempio:
    • le spese relative all’installazione di ponteggi, allo smaltimento dei materiali rimossi per eseguire i lavori,
    • l’imposta sul valore aggiunto (IVA) qualora non ricorrano le condizioni per la detrazione
    • l’imposta di bollo e i diritti pagati per la richiesta dei titoli abilitativi edilizi
    • la tassa per l’occupazione del suolo pubblico pagata dal contribuente per poter disporre dello spazio insistente sull’area pubblica necessario all’esecuzione dei lavori.

Il trattamento IVA nel superbonus 110%: novità in arrivo

Tra le spese che concorrono con quelle detraibili nell’ambito del superbonus 110%, dunque, rientra anche l’IVA. A tal proposito, l’Agenzia delle Entrate, nella Circolare n. 30/E del 2020, aveva precisato che occorre considerare solo l’IVA “totalmente” indetraibile.

Diversamente, invece, in virtù del fatto che l’IVA parzialmente indetraibile per effetto del pro-rata non può essere considerata come costo inerente alle singole operazioni d’acquisto, ma si qualifica come costo generale, non è possibile computare ai fini del superbonus 110% la stessa IVA parzialmente indetraibile in misura corrispondente al rapporto tra l’ammontare delle operazioni che conferiscono il diritto alla detrazione ed operazioni esenti.

Ora, con l’emendamento al decreto Sostegni, se verrà approvato nella versione definitiva della legge di conversione che approderà in Gazzetta Ufficiale, si inserisce anche l’IVA “parzialmente” indetraibile tra i costi ammessi al superbonus 110%.

Potrebbero interessarti anche:

Argomenti: ,