Il superbonus 110% in caso di esonero dalla dichiarazione redditi

Chi è esonerato dalla dichiarazione dei redditi può, comunque, decidere di presentarla per far valere eventuali detrazioni o deduzioni d’imposta

di , pubblicato il
Chi è esonerato dalla dichiarazione dei redditi può, comunque, decidere di presentarla per far valere eventuali detrazioni o deduzioni d’imposta

Il superbonus 110% è goduto come detrazione fiscale in dichiarazione dei redditi. Il beneficio è spalmato in 5 quote annuali di pari importo. In luogo della detrazione fiscale, il beneficiario può optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito.

Lo sconto in fattura è accordato direttamente dall’impresa che effettua i lavori (quest’ultima recupera lo sconto concesso nella forma di credito d’imposta che potrà utilizzare in compensazione oppure ulteriormente cederlo a terzi, inclusi istituti di credito e finanziari).

La cessione del credito può essere fatta verso terzi soggetti, inclusa l’impresa che ha effettuato i lavori e inclusi istituti di credito e finanziari.

Il superbonus 110% per chi è esonerato dalla dichiarazione dei redditi

Alcuni soggetti potrebbe essere esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi. Si pensi, ad esempio, a chi nell’anno d’imposta abbia percepito solo redditi soggetti a ritenuta a titolo d’imposta.

Per questi soggetti nulla cambia, poiché anche se esonerati dalla dichiarazione questi potrebbero comunque decidere di presentarla per val valere eventuali oneri detraibili e deducibili. Dunque, anch’essi in questo caso potrebbero decidere di presentare la dichiarazione dei redditi per godere del superbonus 110% nella forma della detrazione fiscale in 5 quote annuali di pari importo.

In alternativa se non si intende presentare la dichiarazione dei redditi tali soggetti, possono, comunque, tentare la strada dello sconto in fattura o della cessione del credito.

Argomenti: ,