Superbonus 110%: con il modello unico CILA lavori semplificati

Per gli interventi in edilizia libera, basterà una semplicissima descrizione dell’intervento nel modulo unico.

di , pubblicato il
Per gli interventi in edilizia libera, basterà una semplicissima descrizione dell’intervento nel modulo unico.

E’ pienamente in vigore da oggi il nuovo modello unico CILA superbonus 110% da utilizzare quale titolo abilitativo da presentare al Comune per dare il via ai lavori ammessi al superbonus. Il modello unico dopo essere stato predisposto dall’ANCI e Funzione pubblica, assieme ad Upi e Conferenza delle regioni, è stato approvato dalla Conferenza unificata.

Il modello è stato pubblicato ieri sul sito della Funzione pubblica ed è utilizzabile già da oggi. In tal modo sono rese operative le novità previste dal Decreto Semplificazioni.

Superbonus 110% e CILA: cosa prevede il D.L. Semplificazioni?

Gli interventi rientranti nel Superbonus 110% con esclusione di quelli comportanti la demolizione e la ricostruzione degli edifici, costituiscono manutenzione straordinaria e sono realizzabili mediante CILA.Tale indicazione è stata introdotta dal D.L. 77/2021, decreto semplificazioni.

Nella CILA sono attestati gli estremi del titolo abilitativo che ha previsto la costruzione dell’immobile oggetto d’intervento o del provvedimento che ne ha consentito la legittimazione ovvero è attestato che la costruzione è stata completata in data antecedente al 1° settembre 1967.

Inoltre,  la presentazione della CILA non richiede l’attestazione dello stato legittimo (articolo 9-bis, comma 1-bis, del DPR 380/2001).

Per gli interventi ammessi al superbonus 110%, la decadenza del beneficio fiscale opera esclusivamente nei casi di:

  • mancata presentazione della CILA;
  • interventi realizzati in difformità dalla CILA;
  • assenza dell’attestazione dei dati richiesti nel secondo periodo del nuovo comma 13-ter dell’art.119 del d.L. 34/2020 (titolo abilitativo che ha previsto la costruzione dell’immobile oggetto d’intervento ecc.);
  • non corrispondenza al vero delle attestazioni previste dalla disciplina del Superbonus (articolo 119, comma 14).

In caso di modifiche al progetto (varianti in corso d’opera), queste sono comunicate a fine lavori e costituiscono integrazione della CILA presentata.

Il modello unico CILA Superbonus: già in vigore da oggi

Considerate le novità introdotte dal decreto Semplificazioni, si è reso necessario approvare un modello unico di CILA superbonus 110%.

Il modello unico dopo essere stato predisposto dall’ANCI e Funzione pubblica, assieme ad Upi e Conferenza delle regioni, è stato approvato dalla Conferenza unificata.

Il modello è stato pubblicato ieri sul sito della Funzione pubblica ed è utilizzabile già da oggi. In tal modo sono rese operative le novità previste dal Decreto Semplificazioni.

Come si legge sul sito funzione pubblica.gov.it, la documentazione progettuale da allegare alla CILA è improntata alla massima semplificazione, anche perché le necessarie asseverazioni da parte del tecnico sono già trasmesse all’Enea. L’elaborato progettuale da presentare consiste nella descrizione, in forma sintetica, dell’intervento da realizzare. Eventuali elaborati grafici saranno presentati soltanto se indispensabili a una più chiara e compiuta descrizione.

Per gli interventi in edilizia libera, basterà una semplicissima descrizione dell’intervento nel modulo unico.

Argomenti: ,