Superbonus 110% attenzione, i controlli possono arrivare da tre fronti: ecco quali

Superbonus 110% attenzione, i controlli possono arrivare da tre fronti: ecco quali. Dal SUE, che è lo Sportello Unico Edilizia, all'ENEA. E passando per l'Agenzia delle Entrate, ecco come non commettere errori.

di , pubblicato il
Superbonus 110% attenzione, i controlli possono arrivare da tre fronti: ecco quali

Sul superbonus 110% attenzione massima. Perché i controlli possono arrivare da ben tre fronti, ecco quali. Dal SUE, che è lo Sportello Unico Edilizia, all’ENEA. Che è l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. E passando, immancabilmente, per l’Agenzia delle Entrate.

Nel dettaglio, al SUE – Sportello Unico Edilizia – deve essere presentata la CILAS. Ovverosia, la Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata semplificata. Introdotta nello scorso mese di agosto del 2021 dopo l’approvazione del decreto Semplificazioni bis. Sul superbonus 110% attenzione massima al riguardo, quindi. In quanto la mancata presentazione della CILAS è uno dei casi in corrispondenza dei quali l’accesso alla maxi-agevolazione di Stato è off-limits.

Sulle attestazioni e sulle asseverazioni infedeli, inoltre, c’è un regime sanzionatorio. Oltre alle eventuali sanzioni penali. Ovverosia, una sanzione amministrativa pecuniaria che spazia da un minimo di 2.000 euro. Ad un massimo che arriva fino a ben 15.000 euro.

Superbonus 110% attenzione, i controlli possono arrivare da tre fronti: ecco quali sono

Pure l’Enea, sul Superbonus 110% attenzione ai controlli, ha potere di vigilanza sulla maxi-agevolazione di Stato. Con i controlli a tappeto sulle asseverazioni tecniche prima della data dall’1 luglio 2020.

Mentre su quelle successive all’1/7/2020 il controllo è a campione sul 5% dei lavori avviati. Il controllo è prima di natura documentale. Dopodiché, sul 10% di questo campione del 5%, proprio sul Superbonus 110% attenzione ai controlli, l”ENEA andrà poi ad effettuare pure dei controlli e dei rilievi sul posto.

Quali sono i controlli l’Agenzia delle Entrate sulla maxi-agevolazione di Stato

Dal SUE all’ENEA, sul Superbonus 110% attenzione ai controlli, passiamo ora all’Agenzia delle Entrate. Che sulla maxi-agevolazione di Stato è interessata, a sua volta, a verificare l’effettiva maturazione del beneficio.

Quindi, il Fisco si occupa di verificare la piena sussistenza dei requisiti di accesso al bonus. Dato che, se la sussistenza è solo parziale, scatteranno inesorabili le procedure di recupero di quanto è stato indebitamente fruito.

Proprio per la quota di detrazione non spettante. Con l’Agenzia delle Entrate che, inoltre, applicherà pure la maggiorazione a titolo di interessi dell’importo. Quindi, sul Superbonus 110% l’attenzione massima è d’obbligo.

Argomenti: