Superbonus 110% anche per lo studio di fattibilità dei lavori, ma cosa succede se i lavori non vengono poi eseguiti?

Se si rispettano precise condizioni sono ammesse al superbonus 110% anche le spese sostenute per l'acquisto dei materiali, la progettazione e le altre spese professionali connesse

di , pubblicato il
Se si rispettano precise condizioni sono ammesse al superbonus 110% anche le spese sostenute per l'acquisto dei materiali, la progettazione e le altre spese professionali connesse

Sono ammesse al superbonus 110% anche le spese sostenute per l’acquisto dei materiali, la progettazione e le altre spese professionali connesse, comunque richieste dal tipo di lavori, ad esempio, l’effettuazione di perizie e sopralluoghi, le spese preliminari di progettazione e ispezione e prospezione ecc.

Tra queste spese rientra lo studio di fattibilità?

Il superbonus 110% per i lavori di fattibilità: la risposta n°480 del 15 luglio

La risposta n°480 di ieri prende spunto da apposita istanza di interpello.

Nello specifico, un’impresa operante nel settore delle costruzioni generali e, a seguito degli incarichi ricevuti da vari condomini, effettua lavori di efficientamento energetico degli edifici, aventi a oggetto le parti comuni dei condomini (tipicamente: realizzazione di cappotto e opere correlate). Lavori che possono anche rientrare nell’ambito dell’applicazione delle previsioni del superbonus 110%, articolo 119 del D.L. n. 34-2020.

Il Condominio conferisce all’impresa un mandato senza rappresentanza per la realizzazione di un cd. “studio di fattibilità”, che comprende una valutazione preventiva e di massima sullo stato dell’edificio, l’indicazione degli elementi di fatto che determinano le inefficienze energetiche e l’individuazione delle opere e degli interventi prospettabili per il miglioramento della prestazione energetica complessiva dell’edificio. L’impresa in nome proprio affida lo “studio di fattibilità” a un cd. “Tecnico” indipendente, quest’ultimo fattura la prestazione all’impresa.

In una fase successiva, l’impresa riaddebita al condominio la somma indicata nella fattura emessa dal tecnico.

Il superbonus 110% per i lavori di fattibilità anticipati dal General contractor: il parere dell’Agenzia delle entrate

In base a quanto chiarito nella circolare n°24/e 2020, possono essere ammesse al superbonus 110% anche le spese sostenute in relazione agli interventi che beneficiano del Superbonus. A condizione, tuttavia, che l’intervento a cui si riferiscono sia effettivamente eseguito.

Si tratta, in particolare: delle spese sostenute per l’acquisto dei materiali, la progettazione e le altre spese professionali connesse, comunque richieste dal tipo di lavori (ad esempio, l’effettuazione di perizie e sopralluoghi, le spese preliminari di progettazione e ispezione e prospezione).

Con la risposta n°480 di ieri 15 luglio, è stato chiarito che il superbonus può essere riconosciuto anche per lo studio di fattibilità degli interventi agevolabili.

Nello specifico, in quanto spesa professionale connessa e comunque richiesta dal tipo dei lavori (così come chiarito dalla citata circolare n. 24/E del 2020) la spesa per lo studio di fattibilità è ammessa al superbonus 110%. Per la stessa si può optare anche per lo sconto o la cessione del credito pari alla detrazione spettante. Ferma restando la sussistenza degli ulteriori requisiti previsti dalla norma.

Argomenti: ,