Superbonus 110%: Ance e Confindustria chiedono proroga di 2 anni

Anche Ance e Confindustria chiedono al Parlamento di estendere il superbonus 110% al 2023. La richiesta è in discussione legge di bilancio.

di , pubblicato il
Anche Ance e Confindustria chiedono al Parlamento di estendere il superbonus 110% al 2023. La richiesta è in discussione legge di bilancio.

Si intensificano gli appelli per prorogare il superbonus 110% di un paio di anni. Il Parlamento sta infatti esaminando la legge di bilancio 2021 e le varie associazioni interessate premono per una estensione dei tempi.

Il Presidente di Ance Arezzo Igor Michele Magini e il Presidente della Delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud Fabrizio Bernini hanno inviato una lettera ai Parlamentari di riferimento del territorio, per evidenziare la necessità di prorogare i Superbonus 110% previsti dal Decreto Rilancio.

Il Superbonus 110% – spiegano i due Presidenti – è un provvedimento molto valido e riveste un’importanza strategica non solo per rimettere in moto l’economia ma anche per il rinnovamento e la riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente serve però che l’attuale scadenza del 31 dicembre 2021 sia prorogata almeno fino al 31 dicembre 2023”.

Superbonus 110%, chiesta proroga al 2023

La scadenza attualmente prevista infatti, non tiene conto della necessaria tempistica richiesta dai lavori agevolati. Cosa che inizia con l’approvazione degli interventi (immaginiamo la difficoltà di questo primo step in un momento in cui le assemblee condominiali sono sospese). Prosegue poi con la progettazione, l’esecuzione dei lavori, e termina con gli accordi per la cessione dei bonus a soggetti terzi. O alla possibilità di concordare lo sconto in fattura con l’impresa esecutrice la proroga avrebbe oltretutto un effetto corroborante sia per l’economia che per l’occupazione.

Secondo uno studio di Ance, la spesa aggiuntiva annuale legata al Superbonus e diretta al settore costruzioni sarebbe di 6 miliardi di euro. Considerando l’indotto arriverebbe addirittura a generare un effetto totale sull’economia di 21 miliardi, ovvero oltre un punto di Pil ogni anno. Sul fronte dell’occupazione lo stesso studio stima un incremento di circa 64.000 posti di lavoro nel settore costruzioni che raggiungerebbe i 100.000 considerando l’indotto.

Un appello preciso ai Parlamentari affinché nella prossima manovra di bilancio venga inserita la proroga delle agevolazioni almeno fino al 31 dicembre 2023.

Ance, serve più tempo per realizzare i progetti

La proroga del superbonus al 110% “è assolutamente necessaria per almeno 2-3 anni“. Lo ha detto il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, nel corso di un’audizione alla Camera, aggiungendo che la misura in questione è l’unica finora introdotta

in grado di produrre effetti importanti sul rilancio dell’economia e sta riscontrando molto entusiasmo da parte delle famiglie e delle imprese delle costruzioni, che si stanno attrezzando per far fronte a una domanda potenziale molto promettente“.

Argomenti: ,