Super Bonus 110: quando il cappotto termico non basta. Attenzione!

Attenzione, non sempre il cappotto termico basta per avere diritto al bonus 110. Le alternative in base all'anno di costruzione

di , pubblicato il
lavori-trainanti

Abbiamo visto più volte quali sono i lavori cd trainanti che danno diritto al super bonus 110%. Tra questi uno dei più gettonati è il cappotto termico. Ma c’è un altro requisito fondamentale da rispettare e che non va trascurato: il salto di due classi energetica nel miglioramento della prestazione certificata dall’APE (o il raggiungimento della classe più alta possibile). Se, pur realizzando il cappotto termico, non si garantisce questo salto, non può essere riconosciuto il bonus 110. Servirà un altro lavoro trainante per spingere ancora di più gli effetti sul piano dei consumi. L’impresa potrebbe, ad esempio, proporre di abbinare al cappotto termico un intervento di sostituzione del vecchio impianto di riscaldamento in modo da ottimizzare la prestazione energetica.

Super bonus 110: quando il cappotto termico non basta

Tra gli interventi maggiormente presi in considerazione dai condomini che vogliono accedere al 110, c’è proprio il cappotto termico. Essendo un’opera importante, questa tendenzialmente da sola garantisce il salto di due classi energetiche. Ma, come accennato sopra, non è sempre così automatico. Dipende infatti anche dal tipo di immobile, dallo stato in cui si trova, dall’anno di costruzione etc.

Come scegliere i lavori in base all’anno di costruzione del condominio

E’ intuitivo che gli edifici più recenti sono quelli che partono già da una classe energetica medio alta e che, quindi, sono i più difficili da migliorare di altre due classi con un solo intervento. In questi casi potrebbe essere necessario abbinare al cappotto termico esterno una pompa di calore o l’installazione di pannelli fotovoltaici.
Per gli edifici storici, risalenti a prima del 1945, bisogna considerare che potrebbero esserci elementi architettonici sulla facciata che rendono difficile l’applicazione del cappotto termico completo.
Se vivi in un condominio costruito intorno agli anni 50, 60 o 70, probabilmente la struttura sarà costituita da un telaio in cemento armato e pareti di tamponamento in cassa vuota. In questi casi il cappotto termico serve a ridurre le dispersioni di tamponamenti dall’esterno. Si può anche intervenire insufflando materiale coibente nelle intercapedini.
Sei interessato a richiedere il super bonus 110 ma non sei sicuro del tipo di lavori più indicati per ottenere la detrazione? Chiedi un sopralluogo ad una ditta edile per avere un parere tecnico.
Per approfondire l’argomento leggi anche:
Argomenti: Nessuno