Studi settore 2012 a prova di crisi, approvati i correttivi

Approvati dalla Commissione degli esperti i correttivi anticrisi per gli studi settore 2012. Ad annunciarlo l'Agenzia delle entrate con un comunicato stampa

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Approvati dalla Commissione degli esperti i correttivi anticrisi per gli studi settore 2012. Ad annunciarlo l'Agenzia delle entrate con un comunicato stampa
Studi settore 2012 adeguati alla crisi con i correttivi

Studi settore 2012 più morbidi con i correttivi anticrisi, su cui si è espressa in modo favorevole la Commissione degli esperti.

Studi settore 2012, correttivi anticrisi

La notizia è comparsa sul sito dell’Agenzia delle entrate che affida ad un comunicato stampa l’annuncio del via libera ai correttivi anticrisi per gli studi di settore 2012. Nella giornata di ieri, 4 aprile 2013 infatti, la Commissione degli esperti ha espresso parere favorevole all’introduzione dei correttivi agli studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2012.

Studio di settore 

Lo studio di settore è una sorta di strumento statistico costruito sulla base dei diversi fattori economici che riguardano l’attività di alcune categorie di lavoratori autonomi e di professionisti. Tramite questi strumenti si possono stimare i ricavi o i compensi che possono essere attribuiti al contribuente.

La Commissione degli esperti

La Commissione degli esperti ha analizzato l’effetto della grave crisi economica che stiamo vivendo e che è in atto già dall’anno scorso, in base alle informazioni avute dagli Osservatori regionali, associazioni di categoria, Banca d’Italia, Istat e da altri soggetti, oltre che dei dati contenuti nelle comunicazioni e nelle dichiarazioni annuali IVA, in riferimento ad una platea di circa 2,1 milioni di contribuenti che hanno applicato gli studi di settore nel quadriennio 2009-2012.

Dopo aver effettuato questa analisi completa, la stessa Commissione ha espresso parere favorevole all’introduzione di correttivi anticrisi per gli studi di settore, applicabili al 2012.

Le categorie di correttivi anticrisi

 I correttivi anticrisi agli studi di settore 2012 sono in tutto quattro:

1-interventi relativi all’analisi di normalità economica,

2-correttivi specifici per la crisi,

3-  correttivi congiunturali di settore,

4- correttivi individuali.

Questi correttivi in realtà sono quelli applicati anche lo scorso anno. Il primo “interventi relativi all’analisi di normalità economica” riguarda quei soggetti che presentano una contrazione dei ricavi nel periodo d’imposta 2012 rispetto al 2011 e sono coerenti rispetto alla gestione delle esistenze iniziali. La seconda “correttivi specifici per la crisi” invece interviene su alcuni settori interessati dall’aumento dei prezzi del carburante. La terza “correttivi congiunturali di settore” tiene conto delle riduzioni delle tariffe e della contrazione dei margini e della redditività. L’ultima “correttivi individuali” infine ha il fine di far emergere la ritardata percezione dei compensi a fronte delle prestazioni rese e la contrazione dei costi variabili.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Studi di settore

I commenti sono chiusi.