Studenti universitari fuori sede: dalla manovra 2021 un nuovo contributo per l’affitto

Se confermato, gli studenti universitari fuori sede, nel 2021, potranno contare su un contributo per il canone di locazione pagato

di , pubblicato il
Se confermato, gli studenti universitari fuori sede, nel 2021, potranno contare su un contributo per il canone di locazione pagato

In dirittura d’arrivo un contributo per gli studenti universitari fuori sede. A prevederlo è uno degli emendamenti approvati nel testo della manovra di bilancio 2021 ora passato dalla Camera al Senato (l’approvazione definitiva dovrebbe avvenire entro il 31 dicembre 2020).

L’emendamento in commento istituisce un Fondo, con una dotazione di 15 milioni di euro per il 2021, finalizzato alla corresponsione di contributi per le spese di locazione abitativa degli studenti fuori sede iscritti alle università statali.

Nuovo contributo a studenti universitari fuori sede: requisiti e incumulabilità

Sarà un decreto Ministro dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della stessa legge di bilancio 2021, a definire le modalità e i criteri di erogazione.

Ciò che per ora l’emendamento definisce sono i requisiti di accesso. In dettaglio ai fini del beneficio sarà necessario che:

  • l’ISEE dello studente (nucleo familiare) sia inferiore o pari a 20.000 euro
  • lo studente non usufruisca già di altri contributi pubblici per l’alloggio
  • lo studente non sia residente in luogo diverso da quello cui è ubicato l’immobile locato.

E’ altresì prevista l’incumulabilità con qualsiasi altra forma di sostegno al diritto allo studio riguardanti l’alloggio.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,