Stadio della Roma: se salta il progetto i cittadini pagano il risarcimento danni?

Stadio della Roma: il progetto andrà avanti, sarà sospeso o si cambierà solo posizione? E quali saranno gli effetti economici e fiscali della decisione?

di , pubblicato il
Stadio della Roma: il progetto andrà avanti, sarà sospeso o si cambierà solo posizione? E quali saranno gli effetti economici e fiscali della decisione?

Stadio della Roma SI o NO? E’ una delle questioni più dibattute nella capitale in queste ultime settimane e non solo dagli appassionati di calcio. Già perché il destino del progetto per la realizzazione dello stadio della Roma, e quindi la sua realizzazione (e nel caso dove e a quali condizioni) o il suo abbandono, avrebbero ripercussioni che vanno ben oltre gli aspetti sportivi  e calcistici. Si prevedono, in entrambi i casi, conseguenze economiche, politiche e fiscali. Facciamo chiarezza sulla questione.

Lo stadio della Roma è di pubblico interesse?

Lo stadio della Roma è un’opera di pubblico interesse per la città? La questione non è di poco conto perché la risposta a questa domanda potrebbe essere proprio l’ago della bilancia che farà pendere verso la realizzazione dello stadio giallo rosso o verso l’abbandono del progetto. C’è attesa quindi per la conferenza dei servizi del prossimo 3 marzo: se la delibera di pubblico interesse dovesse essere annullata (per vizio di legittimità come richiesto da Sanvitto e Lombardi) o revocata in autotutela il costo per i romani potrebbe arrivare a 8 miliardi e mezzo di euro. La cifra si ottiene tenendo conto dei mancati lavori ovviamente ma anche e soprattutto della probabile causa al Comune da parte della società sportiva (circa due miliardi di uro) e degli introiti fiscali mancati. E’ da precisare in quest’ottica che la legge obbliga il Comune ad accantonare la somma per il risarcimento danni a prescindere dall’esito della causa. L’amministrazione capitolina si troverebbe quindi nell’impossibilità di chiudere il bilancio e sarebbe destinata alla bancarotta.

Stadio della Roma trasloca da Tor di Valle?

Beppe Grillo smentisce le voci secondo cui il Movimento 5 Stelle sarebbe contrario allo stadio della Roma. Il dubbio invece, conferma, riguarda l’ubicazione perché a Tor di Valle, allo stato dei fatti, non è possibile escludere un rischio idrogeologico.

L’ultima parola comunque, ha spiegato Grillo, spetterà alla Raggi e alla giunta comunale.

Spiegazione che non convince Giovanni Caudo, ex assessore all’Urbanistica della giunta Marino, che ha parlato di una questione meramente politica precisando che ai tempi del progetto tutte le norme di sicurezza sono state rispettate.

Argomenti: ,