Srl a 1 euro senza credito dalle banche. Cronaca di un flop annunciato

Non si arresta il boom di nuove società a responsabilità limitata semplificata, introdotte dall'ex premier Monti, ma banche e istituti di credito non concedono prestiti e finanziamenti.

di , pubblicato il
Non si arresta il boom  di nuove società a responsabilità limitata semplificata, introdotte dall'ex premier Monti, ma banche e istituti di credito non concedono prestiti e finanziamenti.

 Srl a 1 euro o srl semplificata, ideata per rilanciare l’imprenditoria giovanile under 35 anni, ma poco affidabili agli occhi delle banche e quindi niente accesso al credito.

 Srl a euro: di cosa si tratta

 E’ stato l’ex Governo tecnico, guidato dal professor Mario Monti, a introdurre nel nostro sistema societario, con il decreto sviluppo 2012, la società a responsabilità limitata a 1 euro, così chiamata perché il capitale sociale minimo per configurarla varia da un minimo di 1 euro ad un massimo di 999, 99 euro. Tra le altre semplificazioni previste per l’apertura della srl semplificata o srl a 1 euro, vi è l’esenzione dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria. C’è da dire che la srl a 1 euro o srl semplificata è rivolta esclusivamente ai giovani under 35 anni e ha lo scopo di favorire il rilancio dell’imprenditoria giovanile.

 Gli ultimi dati di Unioncamere

 Circa 40 al giorno, con una media di 1.230 al mese, oltre 6.500 negli ultimi nove mesi e una  crescita esponenziale soprattutto al Sud, dove il boom si è sentito in Campania.  Sono questi gli ultimi dati forniti in merito all’apertura delle srl semplificate o a un euro, da parte di Unioncamere.

 Srl semplificata: timori e problematiche

 I timori e i problemi  relativi alla srl semplificata però sono gli stessi ipotizzati al debutto e che col passare del tempo sono confermati dai fatti. Questi timori riguardano da una parte il fatto che l’apertura della srl semplificata o a un euro possa essere utilizzata da associazioni a delinquere per lo più, per favorire i loro traffici illeciti. D’altra parte invece i problemi riguardano ancora la poco affidabilità e credibilità che questa forma societaria semplificata desta nei confronti degli istituti di credito.

All’indomani della nascita della srl semplificata, con un capitale sociale di 1 euro, ci si è chiesti quale banca possa investire in una società che non presenta alcuna garanzia economica.

                                                                                                                                                                                                                                                                                            [fumettoforumright]

 Niente accesso al credito: morte annunciata?

 Un problema non da poco visto che di fatto si è bloccato l’accesso al credito per queste società e come tale la loro stessa esistenza in vita. Nel corso dei mesi  si attendeva l’adozione, da parte del Ministero dell’economia, di un accordo con l’Abi, l’associazione bancaria italiana, sull’elargizione di prestiti agevolati per i giovani. Ma ancora all’orizzonte non si vede nulla. Un problema non da poco se si considera che nelle ultime ore, il ministro al lavoro e alle politiche sociali, Enrico Giovannini, nonché lo stesso premier Letta in più occasioni, hanno ribadito la necessità di avviare un piano per incentivare l’assunzione di giovani e quindi rilanciare l’occupazione giovanile che soffre più di tutti il peso di una crisi economica senza precedenti. Sgravi fiscali alle imprese che assumono e zero contributi è la ricetta del Governo Letta. Ma il nuovo premier dovrebbe anche pensare di metter mano alla disciplina della srl a  1 euro e trovare una soluzione per l’accesso al credito per tutti quegli under 35 anni che, decisi a mettersi in gioco, hanno colto l’opportunità di aprirsi una società, ma trovano del tutto sbarrata la strada di prestiti e finanziamenti. Le banche in sostanza non si fidano di società che hanno 1 euro di capitale e non fanno prestiti.

 “Succede quindi che per fare andare avanti una srl semplificata appena avviata, che può avere un capitale sociale compreso tra 1 e 10mila euro” dice il Presidente dell’ordine dei dottori commercialisti di Milano – “un giovane imprenditore si scontri subito con la difficoltà di avere finanziamenti. Per ottenerli ha la necessità di ricorrere a garanzie di natura personale, visto che quelle legate all’impresa sono modeste”.

A parte quindi i costi di apertura, se con la srl a 1euro non si possono aver finanziamenti e prestiti, quali sono i vantaggi per un giovane che ha deciso di investire su se stesso e utilizzare la nuova forma societaria? A tutt’oggi un provvedimento inutile, un cane che si mangia la coda.

Argomenti: