Spostare il contatore dell’acqua, quale bonus spetta per il lavoro?

Il contatore dell’acqua si trova all’interno dell’abitazione, ma lo vuoi spostare all’esterno? È possibile? Quale bonus spetta per il lavoro?

di , pubblicato il
Il contatore dell’acqua si trova all’interno dell’abitazione, ma lo vuoi spostare all’esterno? È possibile? Quale bonus spetta per il lavoro?

Il contatore dell’acqua si trova all’interno dell’abitazione, ma lo vuoi spostare all’esterno? È possibile? Quale bonus spetta per il lavoro? Il contatore dell’acqua deve essere di norma posizionato nelle adiacenze del muro perimetrale dell’abitazione, in un vano idoneo oppure in un pozzetto. Se il tuo contatore si trova in un luogo che inibisce la lettura da parte degli operatori, è necessario spostare il contatore dell’acqua.

A causa della mancata lettura del contatore dell’acqua, i gestori rischiano di subire perdite della rete idrica.

Per questo, è necessario richiedere lo spostamento del contatore dell’acqua e mettersi in contatto direttamente con il gestore idrico e fare richiesta di spostamento, pagando i costi che questo comporta. Ma è previsto qualche bonus? Rispondiamo alla domanda.

Spostamento del contatore acqua: chi contattare?

Come per il contatore della luce e del gas, anche per lo spostamento di un contatore dell’acqua è necessario rivolgersi al proprio gestore idrico, che invia un tecnico specializzato per fare un sopralluogo e verificare l’entità dei lavori.

Spostare contatore dell’acqua: posso beneficiare del Bonus?

Ammesso che il cliente accetti il preventivo del tecnico, è possibile beneficiare del bonus spostamento contatore dell’acqua.

In altre parole, è possibile beneficiare della detrazione fiscale del 50% per gli interventi sulla rete idrica che prevedono modifiche e variazioni negli allacci.

Il cliente/contribuente può beneficiare della detrazione fiscale nel caso in cui si sposti la botola dell’unico contatore dell’acqua interrato nel giardino sul muro esterno di recinzione.

Spostare contatore acqua: quali documenti devono essere presentati?

Il cliente/contribuente può mettersi in contatto con il gestore idrico telefonicamente, per posta oppure recandosi ad uno sportello presente sul territorio.

Per spostare un contatore dell’acqua e beneficiare della detrazione, il cliente deve presentare al gestore idrico la seguente documentazione:

  • dati anagrafici dell’intestatario del contratto di fornitura idrica
  • modulo compilato con la richiesta di spostamento del contatore
  • fotocopia di un documento d’identità valido
  • codice IBAN oppure bollettino postale, a seconda del metodo di pagamento scelto.

Spostamento contatore acqua: quali sono i costi?

Il costo legato allo spostamento del contatore dell’acqua è subordinato alla Carta dei Servizi, ovvero al documento di comunicazione esterna che ogni gestore deve adottare per dare informazioni al cliente riguardo la società che gestisce la rete idrica.

 

Argomenti: