Split Payment 2020: sono stati pubblicati i nuovi elenchi

Sul sito del MEF sono appena stati pubblicati gli elenchi dei soggetti tenuti ad applicare il meccanismo della scissione dei pagamenti. Vediamo di cosa si tratta.

di , pubblicato il
Sul sito del MEF sono appena stati pubblicati gli elenchi dei soggetti tenuti ad applicare il meccanismo della scissione dei pagamenti. Vediamo di cosa si tratta.

Lo split payment, o scissione dei pagamenti, è un meccanismo in base al quale le Pubbliche Amministrazioni, anche se non rivestono la qualità di soggetto passivo dell’iva, versano direttamente all’erario l’Imposta sul Valore Aggiunto (Iva) che è stata addebitata loro dai fornitori.
La scissione dei pagamenti si applica alle operazioni fatturate a partire dal primo gennaio 2015 per le quali l’esigibilità dell’imposta sia successiva a tale data.

La fattura deve essere elettronica, a prescindere dal tipo di regime fiscale in uso dal fornitore (per esempio, anche i forfettari sono tenuti a fatturare elettronicamente nei confronti delle pubbliche amministrazioni), il totale da pagare deve essere al netto dell’Iva, che sarà liquidata, in un secondo momento, dalla stessa pubblica amministrazione anche se, per l’appunto, non è soggetto passivo Iva.

I nuovi elenchi

Il Ministero delle Economia e delle Finanze pubblica e aggiorna, entro il 20 ottobre di ogni anno, gli elenchi dello split payment Iva. Essi riguardano:

– Società controllate di fatto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri (art. 2359, comma 1, n. 2, c.c.) – aggiornato al 17 ottobre 2019;
– Enti o società controllate dalle Amministrazioni Centrali – aggiornato al 17 ottobre 2019;
– Enti o società controllate dalle Amministrazioni Locali – aggiornato al 17 ottobre 2019;
– Enti o società controllate dagli Enti Nazionali di Previdenza e Assistenza – aggiornato al 17 ottobre 2019;
– Enti, fondazioni o società partecipate per una percentuale complessiva del capitale non inferiore al 70 per cento, dalle Amministrazioni Pubbliche – aggiornato al 17 ottobre 2019;
– Società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa italiana – aggiornato al 17 ottobre 2019.

Elenco 2020

A quest’elenco manca quello delle Pubbliche Amministrazioni, che invece sarà consultabile su: Indicepa.gov.it.

Argomenti: ,