Spesometro, esonero in vista per la PA

Esonero in vista solo per la pubblica amministrazione per l'obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Esonero in vista solo per la pubblica amministrazione per l'obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva

Spesometro, la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva, potrebbe essere nuovamente oggetto di proroga ma solo per la Pubblica amministrazione.

Spesometro PA 2013: esonero in vista?

Stato, Regioni, Province, Comuni e tutti gli organismi di diritto pubblico potrebbero subire un rinvio dell’obbligo di comunicazione delle operazioni Iva, lo spesometro grazie ad un provvedimento attualmente al vaglio dei tecnici dell’ Agenzia delle Entrate. Più che una proroga, secondo le ultime indiscrezioni, si parla di un vero e proprio esonero dallo spesometro, per il 2012 e il 2013 per le pubbliche amministrazioni.

Esonero spesometro PA: l’esperienza 2010-2011

Un esonero già avvenuto a suo tempo per gli anni 2010 e 2011, con il provvedimento direttoriale delle Entrate che ha  escluso i soggetti pubblici dall’invio dello spesometro.

Ricordiamo a questo punto che la comunicazione per le operazioni rilevanti ai fini Iva per la PA riguarda le operazioni:

-rilevanti ai fini Iva compiute verso soggetti passivi, prevedendo l’invio del solo saldo di periodo (alla stregua del vecchio “elenco clienti-fornitori”);

– effettuate nei confronti di soggetti privati per importo pari o superiore a 3.600 Euro, comprensivi dell’Iva.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Spesometro

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.