Spesometro più semplice: ecco le novità e i dati che potrebbero essere cancellati

Spesometro più semplice: novità e dati che potrebbero essere cancellati per evitare nuove proroghe.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Spesometro più semplice: novità e dati che potrebbero essere cancellati per evitare nuove proroghe.

Spesometro più semplice per evitare il caos di questi giorni. In vista della scadenza del 16 ottobre 2017 la priorità è evitare in futuro situazioni di impellenza e proroghe obbligate e last minute. Cosa potrebbe cambiare in un’ottica di semplificazione ed efficienza?

Spesometro, i dati inutili da eliminare

Una delle difficoltà fatta emergere dagli operatori è il superamento di una serie di dati inutili che rallentano l’inserimento. In quest’ottica tra le ipotesi allo studio c’è quella di eliminare il codice di avviamento postale. Il CAP infatti diviene superfluo nel momento in cui ci sono altri dati che permettono di localizzare il contribuente, anche in maniera più precisa. E stessa sorte potrebbe subire anche lo stesso indirizzo perché sono tutti dati che potrebbero essere ricavati . Tributaria a partire dal codice fiscale o dalla partita IVA.

Mini fatture: si torna ad un solo invio?

Altra proposta allo studio è quella di prevedere un solo invio dei dati all’anno per le mini fatture, come accadeva in passato (con una soglia che era fissata a 300 euro). Molti professionisti hanno riscontrato difficoltà pratiche anche perché le mini-fatture sono spesso scritte a mano e difficili da decifrare.
Ricordiamo che, allo stato dei fatti, lo Spesometro 2018 diventerebbe addirittura trimestrale (come già avviene per le comunicazioni dei dati relative alle liquidazioni IVA).
Ma di sicuro quello che preme maggiormente i professionisti è il superamento delle sanzioni per errori o omissioni commessi nel primo invio.

Leggi anche:

Spesometro 2017: tutti gli aggiornamenti e le criticità rimaste

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco, Spesometro

I commenti sono chiusi.