Spesometro 2017 scadenza 10 aprile, proroga in arrivo, bufala o verità?

Spesometro 2017, in arrivo proroga scadenza 10 aprile contribuenti IVA mensili, bufala o verità? Analizziamo le varie ipotesi e i vari scenari.

di , pubblicato il
Spesometro 2017, in arrivo proroga scadenza 10 aprile contribuenti IVA mensili, bufala o verità? Analizziamo le varie ipotesi e i vari scenari.

Spesometro 2017 scadenza 10 aprile contribuenti mensili, si è parlato in questi giorni di una possibile proroga, ma quanto c’è di vero? L’anno scorso la scadenza dello spesometro del 10 aprile fu uniformata a quelli dei contribuenti trimestrali. Analizziamo le varie ipotesi e scenari di quest’anno.

Spesometro 2017 proroga scadenza 10 aprile

Difficilmente ci sarà una proroga della scadenza spesometro 2017 contribuenti IVA mensili il prossimo 10 aprile. Lo scorso anno la scadenza dello spesometro per i contribuenti IVA mensili fu prorogata ed uniformata a quella dei contribuenti IVA trimestrali. La scadenza 10 aprile fu prorogata alla scadenza del 20 aprile.

Il dibattito fiscale, in questi giorni è accentrato sulla proroga delle agevolazione fiscale del super e iperammortamento, inoltre il Decreto Legislativo 193/2016 ha riformato in modo sostanziale le scadenze delle periodiche comunicazioni IVA, ha introdotto le comunicazioni telematiche delle liquidazioni IVA periodiche e lo spesometro non più annuale ma trimestrale, solo per il 2017 semestrale.

Una proroga della scadenza 10 aprile dello spesometro 2017, aumenterebbe la confusione sia per le imprese che per i professionisti addetti ai lavori.

Obbligo di presentazione Spesometro 2017

Spesometro 2017 per operazioni effettuate nel 2016. Questo è l’ultimo anno che si presenta lo spesometro annuale.
Le scadenze sono:

  • il 10 aprile 2017 per i soggetti IVA con periodicità mensile nel 2016;
  • il 20 aprile 2017 per i soggetti IVA con periodicità trimestrale nel 2016.

Spesometro 2017 annuale, chi lo deve presentare con scadenza 10 e 20 aprile?

Sono tenuti alla presentazione dello spesometro 2017: “tutti i soggetti passivi IVA (in contabilità ordinaria o semplificata) che hanno effettuato operazioni rilevanti ai fini IVA nel corso del periodo d’imposta 2016”.

Sono obbligati anche i seguenti soggetti:

  • i soggetti in regime di contabilità semplificata (imprese ed esercenti arti e professioni) di cui agli art.
    18 e 19 del D.P.R. n. 600/1973;
  • enti non commerciali, limitatamente alle operazioni effettuate nell’esercizio di attività commerciali o agricole (art. 4, DPR 633/72);
  • soggetti non residenti con stabile organizzazione in Italia o ivi identificati direttamente o per mezzo di un rappresentante fiscale;
  • i curatori fallimentari e commissari liquidatori, per conto della società fallita o in liquidazione coatta amministrativa;
  • i soggetti che effettuano operazioni esenti ed hanno esercitato l’opzione ex art. 36-bis, DPR n. 633/72 per la dispensa degli adempimenti IVA.

Sono esonerati dallo Spesometro 2017

I soggetti esonerati dalla presentazione dello Spesometro:

  • i contribuenti forfetari (regime agevolato forfetario);
  • i contribuenti minimi di cui all’art. 27 co. 1 e 2 del DL 98/2011.

L’Agenzia delle Entrate con comunicato stampa del 24.03.2017 ha confermato l’esonero per:

  • commercianti al minuto e soggetti equiparati, che consente di escludere dalla comunicazione i dati relativi alle fatture di importo inferiore a 3.000 Euro;
  • tour operator, che consente di escludere dalla comunicazione i dati relativi alle operazioni attive di importo unitario inferiore a 3.600 Euro.

Dichiarazione iva, spesometro, riforma catasto, tasse e detrazioni: tutte le novità dal 20 al 26 marzo

Argomenti: ,