Sospensione mutuo 2013, ecco come e chi può fare richiesta

Scade il 31 marzo 2013 il termine per chiedere la sospensione mutuo per l'acquisto della prima casa, prorogata grazie all'accordo raggiunto tra l'Abi e 13 associazioni di consumatori

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Scade il 31 marzo 2013 il termine per chiedere la sospensione mutuo per l'acquisto della prima casa, prorogata grazie all'accordo raggiunto tra l'Abi e 13 associazioni di consumatori
Sospensione mutuo da chiedere entro il 31 marzo 2013

Sospensione mutuo 2013. Sospensione rata o rate del mutuo grazie alla quinta proroga stabilita con accordo raggiunto tra Abi e  Associazioni dei Consumatori. Richiesta possibile entro  il 31 marzo 2013.

Sospensione mutuo 2013

E’ stato prorogato al 31 marzo 2013 il termine ultimo per la presentazione delle domande per la sospensione del pagamento delle rate del mutuo. Il Parlamento infatti ha dato il suo parere positivo sul Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa, così l’Abi, l’Associazione banche italiane e 13 associazioni di consumatori, hanno siglato un accordo per la proroga fino a fine mese del tempo per chiedere la sospensione del mutuo.

Sospensione rate mutuo, l’accordo tra Abi e consumatori

In particolare in tale accordo si è stabilito che gli eventi in base ai quali può essere chiesta la sospensione (cessazione del rapporto di lavoro subordinato, sospensione dal lavoro o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni, morte o sopraggiunta non autosufficienza), devono verificarsi entro il 28 febbraio 2013. Inoltre si è stabilito che sulla base delle disposizioni di vigilanza per le banche, per l’accesso alla misura di sospensione, l’arco temporale per la definizione di ritardo nel pagamento delle rate è rimodulata a 90 giorni, nonché che  alla sospensione delle rate dei mutui potranno essere ammesse soltanto le operazioni che non ne abbiano già fruito.

Sospensione mutuo entro 31 marzo 2013

Le domande di sospensione del mutuo, prima occorre sempre però verificare che la propria banca di appartenenza aderisca all’iniziativa, devono essere presentate entro il 31 marzo 2013.

Sospensione rate mutuo, cosa sapere

Andando più nello specifico c’è da dire che la sospensione del mutuo è possibile per il mutuo acceso per l’acquisto della prima casa e per importi fino a 150mila euro e se il contribuente richiedente abbia un reddito lordo imponibile non superiore a  40mila euro. La sospensione opera per 18 mesi e si può procedere in particolare ad una scelta:

1 – sospendere la sola quota capitale,

2 – sospendere integralmente la rata e applicando il tasso contrattuale al debito residuo.

“L’obiettivo” – come si legge nel comunicato dell’Abi che annuncia l’accordo raggiunto con le 13 sigle di associazioni di consumatori – ”è non far mancare alle famiglie italiane in difficoltà uno strumento pubblico di supporto strutturale per il pagamento del mutuo, che è la naturale soluzione di continuità con l’iniziativa di autoregolamentazione del settore bancario italiano, unica nel suo genere in Europa, denominata “Piano Famiglie”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mutuo prima casa