Sospensione Imu a giugno, in arrivo il decreto ad hoc

Il Premier Letta ha annunciato l'adozione entro 10 giorni di un apposito decreto con cui stabilire la sospensione del pagamento di giugno, in attesa della riforma

di , pubblicato il
Il Premier Letta ha annunciato l'adozione entro 10 giorni di un apposito decreto con cui stabilire la sospensione del pagamento di giugno, in attesa della riforma

Sospensione dell’Imu da stabilire con apposito decreto in dirittura d’arrivo che stabilirà la sospensione del pagamento della tassa sugli immobili per la rata di giugno prossimo.

Ad annunciare la definizione per decreto della sospensione del pagamento dell’Imu del prossimo 17 giugno 2013 è stato o il Premier incaricato Letta dopo il discorso di insediamento in cui aveva annunciato lo stop al pagamento dell’Imu del prossimo giugno in vista di una revisione della disciplina sulla tassazione degli immobili, introdotta dalla manovra salva Italia, il decreto legge n. 201/11 convertito in legge n. 214 del 2011.

 Sospensione Imu a giugno

All’annuncio dello stop al pagamento delll’Imu di giugno da parte del Premier Letta, la Camera aveva risposto con un caloroso applauso. Poche ore dopo però si era verificato già il primo incidente politico visto che lo stesso Governo aveva annunciato non un’abolizione della tassa Imu in toto, bensì una rimodulazione.

Le proposte di modifica dell’Imu

Le proposte in merito alla modifica dell’Imu attualmente allo studio sono in tutto tre.  Una revisione dell’Imu su ispirazione del modello tedesco, quindi una tassazione sulla casa in maniera ” federale”, gestita in toto dal territorio e strettamente legata a una rivalutazione delle rendite. Un’altra proposta si basa su una rimodulazione del pagamento della tassa in misura proporzionale all’Isee delle famiglie , quindi una modifica Imu nella parte che riguarda le detrazioni Imu. Una tassazione rapportata al reddito delle famiglie, allo stato di disoccupazione, alla presenza nel nucleo familiare di minori e disabili. Infine, l’ultima ipotesi al vaglio del Governo, prevede l’introduzione, in luogo dell’Imu, della cosiddetta service tax, un’imposta unica sui servizi e gli immobili, un po’ come la Tares, il tributo unico sui rifiuti e servizi indivisibili comunali.

Accorpamento Imu-Tares?

 Le ultime fonti di notizie parlano addirittura di un accorpamento Imu e Tares, il nuovo tributo comunale sui rifiuti e servizi indivisibili comunali, ma si auspica ad un ripensamento visto che così fosse si tradurrebbe solamente in una stangata per le famiglie tutta in una volta.

Decreto Imu in arrivo fra 10 giorni

In ogni caso, la notizia certa perchè confermata da fonti governative è che la sospensione dell’Imu a giugno avverrà con un decreto ad hoc. Una decina di giorni è il tempo massimo fissato per l’emanazione del decreto Imu in questione. Intanto si danno i primi numeri; la sospensione Imu interesserà circa 17,8 milioni di proprietari di prima casa e avrà un costo 1,5 miliardi. 

 

Argomenti: