Sospensione bollo auto per taxi, ecco dove e per chi: aggiornamenti e novità

In alcune Regioni è disposta l’esenzione dal bollo auto per i tassisti e autonoleggi con conducente. Ora potrebbero aggiungersene altre

di , pubblicato il
Sospensione bollo auto per taxi, ecco dove e per chi: aggiornamenti e novità

Il bollo auto, anche se finisce nelle casse regionali, è una tassa nazionale e come tale non può essere abolita dalla Regione, ma serve una legge ad ho che lo preveda.

Tuttavia, ciascuna Regione, nell’ambito della propria autonomia regolamentare, può decidere eventuali ipotesi di esenzione o sospensione del bollo, oltre quelle già previste al livello legislativo.

Bollo auto sospeso per i tassisti: ecco in quale Regione

Una categoria fortemente colpita dalle conseguenze economiche derivanti dall’epidemia Covid-19 è certamente quella dei tassisti. Con il turismo fermo per molti mesi e con la libertà di circolazione notevolmente limitata, le entrate per questa categoria hanno subito in forte calo.

Ecco, quindi, che alcune Regioni, hanno deliberato l’esenzione o la sospensione dal pagamento della tassa su possesso dell’auto per i tassisti.

Ad esempio, la Lombardia, ha disposto che per l’anno tributario 2021 non è dovuto il bollo auto per i veicoli, di proprietà o utilizzati a titolo di locazione, delle imprese che esercitano attività di trasporto di persone mediante servizio di noleggio autobus con conducente o mediante servizio di taxi e servizio di noleggio con conducente. I veicoli esenti devono risultare strumentali alle attività esercitate.

Le possibili novità

Alla Lombardia, potrebbe aggiungersi il Piemonte. E’, infatti, di questi giorni la notizia secondo cui l’assessore regionale al bilancio, abbia avanzato proposta di sospensione del bollo auto fino al 31 dicembre 2025 per tassisti ed autonoleggi con conducenti.

In realtà, visto che trattasi un settore fortemente danneggiato dall’epidemia, non sarebbe forse il caso di sospendere la tassa fino al 2025 in tutte le Regioni?

L’esenzione/sospensione del bollo auto porterebbe, inoltre, come favorevole conseguenza anche l’esenzione dal c.

d. superbollo, ossia l’addizionale erariale (di 20 euro) dovuta per ogni kw di potenza superiore ai 185 kw.

Il legislatore, infatti, prevede che non è dovuto il superbollo per i veicoli che già sono esenti dal bollo (come ad esempio i veicoli dei disabili).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,