Social card sperimentale, attesa per i bandi comunali

Per poter fare richiesta di erogazione della nuova social card sperimentale, in 12 grandi città italiane, si deve attendere la pubblicazione del bando del comune e della graduatoria dei soggetti ammessi

di , pubblicato il
Per poter fare richiesta di erogazione della nuova social card sperimentale, in 12 grandi città italiane, si deve attendere la pubblicazione del bando del comune e della graduatoria dei soggetti ammessi

Social card sperimentale in arrivo da quest’anno, il 2013, in 12 grandi città italiane, ma per la richiesta si deve attendere la pubblicazione dell’apposito bando del comune.

 Social card sperimentale, al via in 12 città

 A fianco della carta acquisti ordinaria da quest’anno parte la social card sperimentale per un tempo massimo di un anno. Se la sperimentazione dovesse dare esito positivo e se ci saranno i fondi disponibili, sarà poi estesa su tutto il territorio nazionale. La social card sperimentale sarà attiva in 12 Comuni ossia Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia, Verona.

 Importo carta acquisti

 La nuova social card avrà un importo più elevato rispetto a quella ordinaria, importo che varia da 231 euro per nuclei familiari composti da 2 membri, a 281 se sono 3, 331 se sono 4 fino a 404 euro mensili se la famiglia è composta da più di 5 persone.

 Chi può fruire della social card sperimentale

 La social card sperimentale potrà essere erogata ai cittadini italiani o comunitari, residenti nel comune in cui si presenta la domanda da almeno 1 anno, con Isee in corso di validità uguale o inferiore a 3mila euro e un patrimonio mobiliare inferiore agli 8mila euro. Se uno dei familiari del richiedente gode già di altri trattamenti economici, il valore di questi non deve superare i 600 euro mensili. Inoltre per richiedere l’accesso al beneficio in questione, nessun componente del nucleo familiare deve essere in possesso di veicoli immatricolati nei 12 mesi antecedenti la richiesta o di veicoli con cilindrata superiore a 1.300 c o motoveicoli con cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei 3 anni precedenti la richiesta. (Per maggiori dettagli si veda il nostro articolo 

Attesa per il bando del comune

E’ utile però sottolineare che per poter richiedere la social card in questione si deve attendere la pubblicazione dell’apposito bando da parte del comune interessato e la pubblicazione entro il 31 agosto della graduatoria dei beneficiari.

Spetta sempre ai comuni come si legge nel decreto attuativo della carta acquisti sperimentale, inoltre individuare nell’ambito dei nuclei familiari beneficiari della nuova social card, mediante una procedura di selezione casuale, un gruppo di soggetti da inserire in un progetto personalizzato per superare la condizione di povertà e favorire il reinserimento lavorativo. L’adesione a tale progetto per la famiglia individuata è condizione necessaria per poter godere della carta acquisti.

Argomenti: