Si può già usare il bonus tv anche se la sostituzione non è ancora obbligatoria?

Il decreto attuativo del bonus tv è stato approvato ma non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale

di , pubblicato il
Bonus TV: se alla consegna manca il dispositivo rottamato che succede?

Il decreto attuativo del c.d bonus tv è stato approvato ma non ancora pubblicato. La sua pubblicazione dovrebbe avvenire nei prossimi giorni.

Il bonus tv: sconto fino a 100 euro

In vista del definitivo passaggio alla nuova tecnologia di trasmissione del digitale terrestre,  standard Dvb-T2, dal  1° gennaio 2023, la Legge di bilancio 2021, ha introdotto un nuovo bonus tv. Il primo passaggio tecnologico sarà quello del 15 ottobre 2021, si passerà dalla codifica Dvb-T/Mpeg2 a quella Mpeg4.

Il bonus tv  consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, fino a un massimo di 100 euro, che si può ottenere rottamando un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018.

Come si legge sul sito del MI.SE.,

Il bonus rottamazione Tv ha, infatti, l’obiettivo di favorire la sostituzione di apparecchi televisivi che non saranno più idonei ai nuovi standard tecnologici, al fine di garantire la tutela ambientale e la promozione dell’economia circolare attraverso un loro corretto smaltimento.

Il nuovo bonus tv è cumulabile con l’altro bonus tv già in vigore. Quest’ultimo, a differenza del nuovo bonus, spetta solo con un valore Isee non superiore a 20.000 euro.

Il decreto attuativo del nuovo bonus TV

Il Ministro dello sviluppo economico  ha firmato il decreto attuativo che rende operativo il bonus  TV. Tuttavia, ad oggi, il decreto non è stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Il decreto prevede che il bonus sia riconosciuto:

  • per l’acquisto di un televisore per ogni nucleo familiare
  • fino al 31 dicembre 2022.

Dunque è agevolata la sostituzione di un tv non adatto alla nuova tecnologia. Nel senso che non ha le caratteristiche tecnologiche tali da ricevere il nuovo segnale di trasmissione.

Il provvedimento individua tre requisiti per beneficiare dell’incentivo:

  • residenza in Italia,
  • rottamazione di un televisore e
  • il pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione (Canone Rai).

Possono accedere all’agevolazione anche i cittadini di età pari o superiore a settantacinque anni che sono esonerati dal pagamento del suddetto canone.

Come ottenere il bonus tv?

La rottamazione potrà essere effettuata in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando al rivenditore quello vecchio. Il rivenditore applica lo sconto e si occuperà poi dello smaltimento del vecchio televisore.

A compensazione dello sconto praticato, otterrà un credito d’imposta pari allo sconto riconosciuto al cliente. Un’altra modalità per rottamare la vecchia tv è consegnarla direttamente in una isola ecologica autorizzata. In questo caso un modulo certificherà l’avvenuta consegna dell’apparecchio, con la relativa documentazione per richiedere lo sconto sul prezzo di acquisto.

Non rimane che attendere la pubblicazione del decreto attuativo in Gazzetta Ufficiale.

Argomenti: ,