Come si diventa cuoco: formazione, possibilità di lavoro e quello che in tv non dicono

Come di diventa chef e quanto guadagna un cuoco? Ecco tutto quello che c'è da sapere e che i talent show di cucina non vi dicono

di , pubblicato il
Come di diventa chef e quanto guadagna un cuoco? Ecco tutto quello che c'è da sapere e che i talent show di cucina non vi dicono

Diventare cuoco, o chef come si dice oggi nei talent show di cucina, è il sogno di molti giovani come dimostra l’aumento di iscrizioni presso gli istituti alberghieri. Un percorso di studi che può offrire diversi sbocchi professionali (pensiamo ad esempio alla richiesta di cuochi sulle navi da crociera o di cuochi italiani all’estero) e una carriera che può offrire sicuramente grandi soddisfazioni. Ma attenzioni perché non è tutto oro quello che bolle in pentola (scusate il gioco di parole per contestualizzare i modi di dire)!

Il sex appeal dei cuochi batte quello dei calciatori?

Oggi i cuochi sono star, in alcuni casi veri e propri sex symbol. Ma non tutti gli chef finiscono in tv: e gli altri? Quali sono le condizioni di lavoro in Italia e quale lo stipendio medio?

Lavorare nella cucina di un ristorante vuol dire il più delle volte fare il doppio turno, pranzo e cena: questo implica un impegno per l’intera giornata che di fatto vincola molto l’organizzazione del tempo libero, soprattutto week end e festivi. Molto poi dipende chiaramente anche dal tipo di ristorante in cui si lavora: se è frequentato da molti turisti stranieri i turni sono molto ampi perché devono coprire gli orari del pranzo e della cena che non sono per tutti uguali (i primi tedeschi o inglesi cominceranno ad arrivare per la cena anche alle 16.00 mentre gli spagnoli vorranno mangiare anche alle 23).

Certo esistono i turni ma bisogna tener conto che, per via della pressione fiscale e della crisi, molti ristoranti in Italia possono contare su personale ridotto al minimo.

Se si cerca su internet “quanto guadagna un cuoco” probabilmente si leggeranno cifre intorno ai 4 mila euro.

Anche in questo caso però la realtà che ci raccontano dalle cucine di molti ristoranti italiani è ben diversa. La maggior parte degli chef porta a casa circa la metà di questo stipendio. Anche in questo settore si manifestano ancora differenze di stipendio tra uomini e donne: gli chef maschi sono generalmente più richiesti.

Ovviamente questa panoramica non deve servire a scoraggiare chi veramente vuole fare il cuoco perché la passione per i fornelli, soprattutto in Italia che è la patria della buona cucina, sa dare molte soddisfazioni senza contare, come accennato sopra, che lavorare come chef permette anche di viaggiare e fare esperienze lavorative all’estero. Tutto sta nel non lasciarsi condizionare troppo da facili entusiasmi da reality e rimboccarsi le maniche.

Aprire un ristorante costa troppo? Leggi anche:

Home restaurant: regole e permessi dei ristoranti in casa

Street food: costi, licenza e permessi

Argomenti: ,