Settore turistico: moratoria mutui prorogata al 2021

La moratoria mutui e presiti di cui al decreto Cura Italia in scadenza il 30 settembre 2020 per il settore turistico viene prorogata con il decreto Agosto

di , pubblicato il
La moratoria mutui e presiti di cui al decreto Cura Italia in scadenza il 30 settembre 2020 per il settore turistico viene prorogata con il decreto Agosto

Il decreto Agosto (decreto-legge n. 104 del 2020), ribattezzato che come “decreto Rilancio 2” non dimentica il settore turistico tra le varie misure necessarie al rilancio dell’economia nel nostro Paese a seguito della crisi da Covid-19.

Alcune di queste misure che interessato il settore sono contenute all’art. 77 del citato decreto, tra cui vi rientra anche la proroga della moratoria straordinaria prevista dal decreto “Cura Italia” per la parte concernente il pagamento delle rate dei mutui.

La proroga della moratoria mutui per il settore turistico: si va al 31 marzo 2021

Il decreto agosto, dunque, interviene sull’art. 56 del decreto Cura Italia, il quale, ricordiamo tra l’atro aveva disposto, in favore delle microimprese e delle piccole e medie imprese aventi sede in Italia, che per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 fosse sospeso sino al 30 settembre 2020.

Ora la predetta data viene prorogata al 31 marzo del 2021. Resta fermo che il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, unitamente agli elementi accessori e senza alcuna formalità, secondo modalità che assicurino l’assenza di nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti ed è facoltà delle imprese beneficiarie richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale.

L’efficacia della disposizione è, comunque, subordinata all’autorizzazione della Commissione europea.

Potrebbero anche interessarti:

 

Argomenti: ,