Servizi online Ministero del lavoro: nel cestino le vecchie credenziali

Per consentire il passaggio di consegna allo SPID, dal 12 novembre al 14 novembre non sarà possibile accedere ai servizi online del Ministero del lavoro

di , pubblicato il
Per consentire il passaggio di consegna allo SPID, dal 12 novembre al 14 novembre non sarà possibile accedere ai servizi online del Ministero del lavoro

Da oggi, 6 novembre 2020, il portale Cliclavoro non ammette più nuove registrazioni. Ciò, in quanto dal 15 novembre 2020 l’accesso ai servizi online del Ministero del lavoro potrà avvenire tramite SPID (identità digitale), CIE (Carta identità elettronica) ed eIDAS.

Sempre da oggi e fino all’11 novembre 2020, tuttavia, sarà ancora possibile accedere ai servizi tramite le credenziali di cui già si è in possesso e con le modalità finora previste.

Nel periodo transitorio le dimissioni vanno comunicate via PEC

Al fine di consentire il passaggio di consegne, è altresì comunicato che il portale Servizi Lavoro non sarà accessibile dal 12 novembre 2020 al 14 novembre 2020.

In questo lasso di tempo, i lavoratori potranno inviare le proprie Dimissioni Telematiche utilizzando l’app Mobile, mentre i Soggetti Abilitati (ad esempio i consulenti del lavoro) dovranno:

Elenco dei servizi con SPID e altre identità digitali

Ecco, invece, l’elenco dei servizi online cui si potrà accedere tramite SPID e le altre identità elettroniche:

  • Abilitazione consulenti del lavoro
  • CIGSonline
  • Comunicazione ex art 39-quater della L. 165/2001
  • Deposito telematico contratti
  • Dimissioni volontarie
  • Dimissioni Volontarie App Mobile
  • Esonero 60 per mille
  • Formazione a distanza (e-learning)
  • Gestione Patti Inclusione Sociale
  • Intermittenti
  • Piattaforma gestione ingressi per tirocini di cittadini non comunitari
  • Rapporto periodico sulla situazione del personale maschile e femminile
  • Registro ambiti territoriali
  • Sgravi cds online
  • Silen
  • Smart working
  • Unilav_conciliazione Usuranti

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: , ,