Service tax: per i contribuenti cambia qualcosa o è solo l’Imu che cambia nome?

La service tax potrebbe arrivare già a settembre o più verosimilmente nel 2014: assorbirebbe Imu e Tares e sarebbe gestita dai Comuni che, a discrezione, potrebbero esonerare le prime case.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
La service tax potrebbe arrivare già a settembre o più verosimilmente nel 2014: assorbirebbe Imu e Tares e sarebbe gestita dai Comuni che, a discrezione, potrebbero esonerare le prime case.

Si fa sempre più strada l’ipotesi della Service Tax inglobante Imu e Tares (la tassa sui rifiuti): ma chi accontenta questa soluzione? L’Imu viene cancellata/ridotta o semplicemente inglobata nella nuova tassa dal nome diverso? Molte le critiche per quella che non è stata ancora definita nel dettaglio ma che a molti appare più come una beffa che come una soluzione concreta.

 

Service tax, gli aspetti da chiarire

La via della service tax annunciata dal Tesoro comunque non è priva di ostacoli, in primis la questione della copertura finanziaria necessaria (4 miliardi per abolire l’Imu e circa 2 miliardi di euro per poterlo almeno dimezzare). Non mancano poi aspetti più prettamente tecnici, ad esempio la destinazione delle quote Tares per legge destinate allo Stato nel caso di introduzione della service o gli oneri degli inquilini con contratto di locazione in merito alla nuova service tax.

Si discute animatamente (con il Pdl che insiste sull’abolizione tout court dell’Imu sulla prima casa) ma siamo ancora lontani dal decreto: il consiglio infatti è fissato per il 28 agosto. In quella data intanto verosimilmente si ufficializzerà l’abolizione una tantum della prima rata  del 2013 (rinviata da giugno al 16 settembre). Il ministero dell’Economia ha infatti dato disponibilità per la copertura (2,4 miliardi) di questa specifica scadenza anche se non è ancora chiaro dove si attingerà per i fondi e soprattutto cosa succederà per le prossime rate.

La service tax potrebbe essere il giusto compromesso o è solo uno specchietto per le allodole? Ad ogni modo, qualora approvata, difficilmente la nuova imposta difficilmente approderà prima di dicembre 2013.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tares

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.