Semplificazioni tributarie: prorogati i versamenti fiscali di agosto

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge sulle semplificazioni tributarie. Tra i principali punti l'esenzione dall'emissione di fattura per le gite turistiche

di Alessandra M., redazione Investireoggi.it, pubblicato il
Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge sulle semplificazioni tributarie. Tra i principali punti l'esenzione dall'emissione di fattura per le gite turistiche

L’ultima manovra in ordine temporale fatta dall’esecutivo è il Dl n. 16 del 2012 “semplificazioni tributarie” recentemente convertito in legge n. 44 del 2012. Il disposto legislativo porta diverse novità in campo tributario che meritano un approfondimento.

 

Versamenti di Agosto prorogati

Con la legge 44 2012 viene stabilizzato lo slittamento dei termini relativi ai versamenti ed altri adempimenti fiscali in scadenza tra il 1° ed il 20 agosto. In genere una norma prevedeva ogni anno lo slittamento dei termini, ma con l’introduzione della nuova legge, ogni adempimento previsto tra il 1° ed il 20 agosto potrà essere adempiuto senza maggiorazione entro il 20 agosto.

 

Gite turistiche esonerate dall’emissione di fattura

Le attività che rientrano nel novero delle visite da città, giri turistici, gite ed eventi simili, effettuate da agenzie di viaggio e turismo vengono inserite nell’elenco delle attività per le quali non è prevista l’emissione della fattura ( ai sensi dell’art. 22 del DPR 633 del 1972) a meno che il cliente non ne faccia espressa richiesta.

 

Ulteriore ravvedimento per pagamenti effettuati entro  15 giorni

Viene esteso l’ambito di applicazione della norma che consente di cumulare la riduzione della sanzione in caso di versamenti con ritardo non superiore ai 15 giorni con le riduzioni ottenibili in caso di ravvedimento. Adesso tale tipo di agevolazione viene consentita oltre che in caso di mancato pagamento del tributo o di un acconto,, anche per la regolarizzazione di errori e delle omissioni, compresa l’omessa presentazione della dichiarazione.

 

Estensione della platea dei contribuenti minori

Fruiscono del regime agevolato dei contribuenti minori, i contribuenti che nell’anno solare precedente hanno realizzato un volume d’affari non superiore a 400 mila euro (per imprese di servizi ed esercenti arti e professioni) o 700 mila euro (imprese aventi per oggetto alte attività).

 

Imposta aerotaxi e di sbarco sulle isole minori

Si modificano le norme del decreto Salva Italia prevedendo:

  • L’istituzione di una nuova imposta a carico dei passeggeri di aerotaxi;
  • La riduzione dell’imposta prevista per aeroplani sino a 4 mila kg e per gli elicotteri;
  • Esenzione dell’imposta per aeromobili storici, per aeromobili di costruzione amatoriale e per gli apparecchi per il volo da diporto e sportivo;
  • Per quanto riguarda gli aeromobili non immatricolati nel registro aeronautico nazionale l’imposta si applica se la sosta nel territorio italiano si protrae per oltre 45 giorni consecutivi.

Viene inoltre previsto che i comuni delle isole minori sono autorizzati ad introdurre un’imposta di sbarco in luogo di un’imposta di soggiorno. Il tetto massimo di tale imposta è fissato a 1,5 euro, con riscossione affidata alle compagnie di navigazione.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditi e Dichiarazioni, Tasse e Tributi, Scadenze fiscali