Scontrino elettronico: ecco cosa fare in caso di errata trasmissione dei corrispettivi telematici

L’agenzia delle Entrate ha da poco reso noto la procedura da seguire in caso di errata trasmissione dei corrispettivi telematici.

di , pubblicato il
L’agenzia delle Entrate ha da poco reso noto la procedura da seguire in caso di errata trasmissione dei corrispettivi telematici.

In data 17 gennaio 2020, l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la sezione domande frequenti (FAQ) e ha chiarito come comportarsi in caso di errata trasmissione dei corrispettivi elettronici.

I passi da seguire sono semplici e spiegati in modo chiaro attraverso l’uso di immagini che ne semplificano la comprensione.

Ad ogni modo, vediamo gli step chiave della procedura.

La procedura spiegata dall’ADE

Sostanzialmente, in caso di errata trasmissione dei corrispettivi elettronici, il contribuente deve, necessariamente, darne comunicazione all’Agenzia delle entrate, tramite il proprio portale.

L’utente, dopo aver effettuato l’accesso nella sezione “Monitoraggio delle ricevute dei file trasmessi” del portale Fatture e corrispettivi, deve effettuare i seguenti passaggi:

  • Attraverso i parametri di ricerca suggeriti dal portale, deve risalire alla trasmissione errata;
  • Selezionare “dettagli” e flaggare la casella “Trasmissione anomala”;
  • Compilare il campo “Motivazione”.

Infine, continua la risposta alla FAQ, è necessario chiamare o scrivere all’installatore del proprio registratore di cassa telematico per modificare le impostazioni e liquidare correttamente l’imposta.

Potrebbe anche interessarti:

 

 

 

Argomenti: , ,