Sconti IVA sugli assorbenti: Tampon tax per le donne

Sta facendo il giro del web la proposta della Tampon tax che prevede sconti IVA sull’acquisto di assorbenti. Cosa prevede?

di , pubblicato il
Sta facendo il giro del web la proposta della Tampon tax che prevede sconti IVA sull’acquisto di assorbenti. Cosa prevede?

Considerare gli assorbenti come beni essenziali per le donne e quindi estendere gli sconti IVA: questo l’obiettivo della cd Tampon tax. La proposta di legge firmata da Pippo Civati insieme a Beatrice Brignone, Luca Pastorini e Andrea Maestri, propone di ridurre l’IVA dal 22% al 4% su assorbenti igienici e prodotti assimilabili (tamponi, coppe, spugne mestruali etc). IVA: com’è e come si calcola E’ giusto che gli assorbenti godano dell’IVA ridotta? Sul web la notizia della Tampon tax ha suscitato reazioni di segno opposto e in molti precisano che il prezzo degli assorbenti non è di certo la priorità del Paese. Si tratta, non stupisce, soprattutto di commenti di utenti di sesso maschile. L’iniziativa invece viene vista di buon grado dalle consumatrici, che sanno quanto la spesa per gli assorbenti, innegabilmente prodotti di prima necessità, incida sui conti mensili (soprattutto se nel nucleo familiare sono presenti più donne in età fertile).   Beatrice Brignone ha spiegato che “l’igiene femminile è anche una questione politica, sociale e sanitaria di cui ogni Governo deve riconoscerne l’importanza. Questo è un primo passo verso nuove e avanzate politiche sociali”. L’Italia del resto non è la prima a proporre questa soluzione: in altri Paesi assorbenti e prodotti per l’igiene intima femminile godono già di una tassazione agevolata.

Da tempo sul sito Change.org è possibile firmare una petizione che si pone questo obiettivo. Ora si potrebbe arrivare ad una legge ad hoc.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,