Sciopero trasporti pubblici 2 ottobre 2015: a scioperare è solo USB

Tutte le sigle sindacali hanno firmato l'accordo per differire la protesta, tranne USB.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Tutte le sigle sindacali hanno firmato l'accordo per differire la protesta, tranne USB.

La maggior parte delle organizzazioni sindacali che avevano proclamato lo sciopero dei trasporti pubblici del 2 ottobre hanno accettato di differire lo sciopero, tranne l’USB che non ha firmato l’intesa.   Resta quindi a rischio la viabilità della capitale poiché i lavoratori aderenti alla sigla sindacale USB protesteranno per 24 ore garantendo il servizio fino alle ore 8,30 e dalle ore 17,00 alle ore 20,00.   A rischio le corse di autobus, metropolitane, ferrovie, filobus e tram a Roma per domani 2 ottobre nonostante l’incontro svolto in prefettura tra l’assessore ai trasporti di Roma sulla vertenza dei lavoratori della società del trasporto pubblico capitolino TPL scart. L’amministrazione, nel corso dell’incontro, si è impegnata a risolvere quanto prima le criticità relative all’azienda cercando di risolvere nel più breve tempo possibile i problemi relativi al versamento dei contributi fino ad ora non versati ai lavoratori e per quel che riguarda il pagamento dello stipendio del mese di agosto non ancora versato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lavoro e Contratti

I commenti sono chiusi.