Anno nuovo, stesso Fisco: il calendario delle scadenze fiscali di gennaio 2023

Dall’esenzione canone RAI al bollo auto. Dalla dichiarazione redditi della persona deceduta ai modelli Intra. Ecco e principali scadenze gennaio 2023

di , pubblicato il
scadenze fiscali

Anno nuovo vita nuova!

In genere è questo il proposito di ognuno quando si giunge al capodanno, dopo aver mangiato e brindato con amici e parenti.

Anno nuovo stesso fisco, invece, il motto del legislatore. Il primo mese dell’anno non si presenta, infatti, privo di scadenze fiscali. Una delle più importanti è quella del 31 gennaio 2023. Entro questa data chi non possiede televisore in casa può chiedere esenzione dal pagamento del canone RAI per l’intero anno.

Ecco tutte le date più importanti da segnare sul calendario fiscale per le scadenze gennaio 2023.

La Dichiarazione redditi degli eredi nelle scadenze gennaio 2023

Una prima scadenza gennaio 2023 è quella del giorno 2 (già trascorso), entro cui gli eredi erano chiamati a presentare la dichiarazione redditi per conto del soggetto deceduto. Si tratta della possibilità di presentare, in formato cartaceo, presso gli uffici di poste italiane il Modello Redditi Persone Fisiche/2022 (anno d’imposta 2021) della persona deceduta nel periodo 1° marzo 2022 – 30 giugno 2022.

Se l’erede ha saltato questa scadenza, può effettuare l’adempimento online inviando il modello dichiarativo del deceduto entro 6 mesi dal 30 novembre 2022. Termine ordinario di presentazione del Modello Redditi Persone Fisiche/2022.

Le operazioni intracomunitarie

Il 25 gennaio 2023 è il termine ultimo per l’invio all’Agenzia delle Entrate degli elenchi riepilogativi relativi alle operazioni effettuate nel mese di dicembre 2022. Questo per i soggetti Iva con obbligo mensile e relativi alle operazioni effettuate nel quarto trimestre 2022 per i soggetti Iva con obbligo trimestrale.

Ci riferiamo Modelli INTRA 1-bis e INTRA 2-bis (cessioni e acquisti intracomunitari di beni) e Modello INTRA 1-quater e Modelli INTRA 2-quater (prestazioni di servizi rese / ricevute a / da soggetti passivi UE).

Scadenze gennaio 2023: tra canone RAI e bollo auto

Tra le scadenze gennaio 2023 la data più importante è quella del 31.

Qui, cadono diversi adempimenti.

Chi non possiede in casa nessun apparecchio televisivo può inviare all’Agenzia delle Entrate una dichiarazione sostitutiva con cui chiede l’esonero dal canone RAI per l’intero anno 2023. Chi salta la scadenza potrà poi inviare questa dichiarazione entro il 30 giugno 2023. In questo caso però l’esenzione ci sarà solo per il secondo semestre dell’anno.

Per chi non paga il canone RAI con addebito in bolletta luce, il 31 gennaio rappresenta anche il giorno ultimo per il pagamento, con Modello F24, dell’unica rata o della prima rata (trimestrale o semestrale) a seconda che si decida per il versamento in unica soluzione o a rate.

Il 31 gennaio 2023, scade anche il termine per opporsi a rendere disponibili all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese sanitarie sostenute nell’anno d’imposta anno 2022 e necessarie a predisporre il Modello 730 precompilato.

C’è poi da pagare il bollo auto, scaduto nel mese di dicembre 2022 per i veicoli già in circolazione nel nostro paese.

Trovi qui il calendario scadenze gennaio 2023 dell’Agenzia Entrate.

Argomenti: ,