Scadenze fiscali giugno 2021, dall’IMU all’acconto delle imposte sui redditi

Il Decreto Sostegni Bis non ha previsto modifiche per le scadenze fiscali giugno 2021. Nessuna proroga riguardo agli adempimenti fiscali.

di , pubblicato il
Il Decreto Sostegni Bis non ha previsto modifiche per le scadenze fiscali giugno 2021. Nessuna proroga riguardo agli adempimenti fiscali.

Giugno resta il mese più impegnativo per i contribuenti, famiglie e partite IVA. Il Decreto Sostegni Bis non ha previsto modifiche per le scadenze fiscali giugno 2021. Nessuna proroga riguardo agli adempimenti fiscali ed ai versamenti.

Ecco il calendario di giugno 2021:

Acconto IMU (1° rata) 16 giugno 2021;

– Versamenti periodici IVA, IRPEF e contributi INPS 16 giugno 2021;

– Intrastat mensili 25 giugno 2021;

– Domanda di esonero canone RAI 2° semestre 30 giugno 2021 per chi non detiene una TV in casa;

– Saldo e acconto imposte sui redditi 30 giugno 2021.

Scopri i dettagli.

Scadenze fiscali giugno 2021: acconto IMU, 16 giugno

Entro il 16 giugno 2021 bisognerà versare l’acconto IMU (1° rata). Per la scadenza della seconda rata si dovrà attendere il 16 dicembre.

L’IMU, dal 2020, integra anche la TASI e non è dovuta sulla principale abitazione. Si applica su fabbricati (tranne l’abitazione principale), terreni agricoli ed aree fabbricabili.

Interessa il proprietario dell’immobile, il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, superficie, enfiteusi, il locatario per gli immobili (locazione finanziaria) ed il concessionario di aree demaniali.

Il Decreto Sostegni bis prevede l’esenzione per le imprese dei settori turismo, alberghiero e spettacolo e per i titolari di partita IVA a cui spettano i contributi a fondo perduto per immobili in cui svolgono attività di cui sono gestori.

Adempimenti IVA, IRPEF e contributi INPS, 16 giugno

Il 16 giugno 2021 scadono i seguenti adempimenti:

– versamento IVA (liquidazione maggio 2021) utilizzando il Modello F24 con codice tributo 6005;

ritenute su lavoro autonomo (liquidazione maggio 2021) con modello F24 (codice tributo 1040, competenza 05/2021);

ritenute su redditi da lavoro dipendente e contributi INPS maggio 2021 con modello F24.

Invio elenchi Intrastat, 25 giugno

Entro il 25 giugno 2021 i contribuenti mensili dovranno inviare gli elenchi Intrastat per cessioni di beni e prestazioni di servizi resi a soggetti UE relativi al mese precedente.

Devono essere inoltrati in via esclusivamente telematica all’Agenzia delle Dogane tramite Servizio Telematico Doganale E.D.I. o all’Agenzia delle Entrate.

Saldo e acconto imposte sui redditi, 30 giugno

Il 30 giugno 2021 è la scadenza fiscale più pesante del mese: riguarda il pagamento del saldo e acconto delle imposte sui redditi. In dettaglio, si riferisce al saldo e alla 1° rata di acconto IRPEF, IRES, IRAP, cedolare secca e imposte sostitutive.

Si può versare a rate mensili (entro novembre) o in un’unica soluzione. Inoltre, il pagamento può essere differito entro i successivi 30 giorni con una maggiorazione dello 0,40%.

Argomenti: ,