Scadenza 730 2013, ecco le date da ricordare

Termine scadenza 730/2013. Ecco quali sono le date da segnare per i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi in questione

di Alessandra Caparello, pubblicato il
Termine scadenza 730/2013. Ecco quali sono le date da segnare per i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi in questione

Termine scadenza 730. Ecco le date

Scadenza 730 2013. Ecco cosa sapere del termine di scadenza della presentazione del modello 730 per il 2013.

Scadenze 730 2013

Aperta con il mod Cud, ( si veda il nostro articolo Modello Cud 2013, ecco come lo rilascia l’Inps)  la stagione della presentazione delle dichiarazioni dei redditi per il 2013. Precisazioni servono per ciò che riguarda il modello 730 2013.

Innanzitutto si ricorda che il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati e il cui utilizzo presenta alcuni vantaggi, come la semplicità della compilazione e la non esecuzione di calcoli, il contribuente non deve trasmetterlo personalmente all’Agenzia delle Entrate perché a questo adempimento ci pensano, a seconda dei casi, il datore di lavoro o l’ente pensionistico o l’intermediario abilitato (Caf e iscritti agli albi dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro) e il rimborso dell’imposta arriva direttamente in busta paga (a luglio) o con la rata della pensione (agosto o settembre).

 Presentazione 730/2013

Il modello 730 può essere presentato:

  • al sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico)
  • ai Caf o ai professionisti iscritti agli albi dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro.

Nel primo caso, quando si sceglie di presentare la dichiarazione al proprio sostituto d’imposta occorre consegnare il modello 730 già compilato e la busta chiusa contenente il modello 730-1, relativo alla scelta per la destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’Irpef. La scheda va consegnata, anche se non è stata espressa alcuna scelta, avendo cura di indicare il codice fiscale e i dati anagrafici. In caso di dichiarazione presentata in forma congiunta le schede per la destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille devono essere inserite in un’unica busta, sulla quale devono essere riportati i dati del dichiarante. Il contribuente non deve esibire al sostituto d’imposta la documentazione tributaria relativa alla dichiarazione, che però deve conservare fino al 31 dicembre del quarto anno successivo alla presentazione della dichiarazione.

Nel secondo caso, presentazione 730/2013 al Caf o al professionista abilitato, la consegna avviene senza dover alcun compenso, esibendo sempre al Caf o al professionista la documentazione necessaria per permettere la verifica della conformità dei dati esposti nella dichiarazione.

 Scadenza 730 2013

Ebbene, detto ciò alcune date sono importanti e vanno considerate in tema di presentazione 730/2013, date che si differenziano proprio a seconda della presentazione al Caf/professionista o al sostituto di imposta. Così per la scadenza 73072013, i contribuenti che presentano il mod 730 al proprio sostituto d’imposta devono rispettare la scadenza del 30 aprile 2013. I contribuenti che invece consegnano il modello 730 2013 ai Caf o ai professionisti abilitati (dottori commercialisti, esperti contabili, consulenti del lavoro, ecc.) avranno tempo fino al 31 maggio 2013. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Modello 730

4 Responses

  1. […]  La data presentazione 730 2013 è il 30 aprile se il modello è presentato al sostituto d’imposta ovvero il 31 maggio se il modello è presentato al Caf o a un professionista abilitato.  ( Si veda per maggiori dettagli il nostro articolo Scadenza 730 2013, ecco le date da ricordare). […]

  2. […]  Si è aperta la stagione delle dichiarazioni dei redditi e gli studi professionali e i patronati  stanno riscaldando i motori  in vista della scadenza del termine di presentazione del mod 730. Si ricorda  a tal proposito che il  modello 730 può essere presentato entro il 30 aprile al proprio datore di lavoro o ente pensionistico oppure entro il 31 maggio a un Caf o a un intermediario abilitato. Spetta poi al datore di lavoro o ente pensionistico consegnare entro il 31 maggio al contribuente cui ha prestato assistenza una copia della dichiarazione elaborata e il prospetto di liquidazione modello 730-3, con l’indicazione delle trattenute o dei rimborsi che saranno effettuati. (Si veda per maggiori dettagli il nostro articolo Scadenza 730 2013, ecco le date da ricordare). […]

  3. […] Scadenza 730 2013, ecco le date da ricordare […]