Sanatoria stranieri 2012. Scade oggi il termine per la regolarizzazione

Sanatoria stranieri agli sgoccioli. Entro la mezzanotte di oggi si possono inviare le domande

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Sanatoria stranieri agli sgoccioli. Entro la mezzanotte di oggi si possono inviare le domande
Sanatoria stranieri 2012 alla conclusione

 Sanatoria stranieri 2012. In scadenza oggi, 15 ottobre 2012, il termine per poter aderire alla cd. Sanatoria 2012, ossia alla procedura di regolarizzazione dei lavoratori stranieri.

Sanatoria stranieri 2012 agli sgoccioli

C’è tempo fino alla mezzanotte di oggi per inviare telematicamente, la domanda di accesso alla sanatoria stranieri 2012 e i primi dati cominciano ad arrivare. Circa 116mila e oltre i moduli compilati e non ancora chiusi e inviati, di cui 63 e passa per regolarizzare collaboratori domestici, 26 e oltre per badanti e fra le città in testa per il numero domande inoltrate c’è Milano a cui segue Roma e Napoli contro Enna, che finora ha avuto solo 14 domande. Marocchini, bengalesi, ucraini, indiani, egiziani, pakistani e cinesi, le nazionalità più diffuse.

I documenti che provano la presenza in Italia

Nel frattempo, una delle questioni che più ha interessato concerneva la verifica di quali documenti possano provare la presenza in Italia del lavoratore stranieri al 31 dicembre 2011. Se già l’Avvocatura generale dello Stato, ha avuto modo di precisare come lo straniero possa presentare allo Sportello unico per l’immigrazione precisi documenti probatori come certificazione medica proveniente da una struttura pubblica, certificato di iscrizione scolastica dei figli, tessere nominative dei trasporti pubblici, certificazione proveniente dalle forze pubbliche (multe stradali, sanzioni amministrative eccetera), schede telefoniche di operatori italiani (Tim, Vodafone, Wind, 3, eccetera), nonché il certificato di un centro di accoglienza e/o di ricovero autorizzato o anche religioso ( per maggio dettagli si veda il nostro articolo Sanatoria stranieri 2012.I documenti che provano la presenza in Italia).

Il parere del Ministero dell’Interno

Lo stesso Ministero dell’Interno fornisce ulteriori chiarimenti, prevedendo che gli attestati di frequenza a corsi scolastici o di formazione professionale, svolti presso un istituto scolastico pubblico o privato, sono considerati validi ai fini della dimostrazione della presenza in Italia al 31.12.2011. Ancora una tipologia di documento valido per dimostrare la presenza in Italia al 31.12.2011, come chiesto dalla sanatoria in atto: gli attestati di frequenza a corsi scolastici e/o di formazione professionale, svolti presso un istituto scolastico pubblico o privato.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lavoro e Contratti