Salvaguardia 2015: firmato il decreto per gli esodati 2010

Firmato il decreto per il sostegno al reddito degli esodati 2010 per l'anno 2015.

di , pubblicato il
Firmato il decreto per il sostegno al reddito degli esodati 2010 per l'anno 2015.

Firmato lo scorso 24 luglio il decreto che permetterà agli esodati 2010 di ricevere l’assegno al reddito 2015. Il decreto, che ora è stato trasmesso al ministero dell’Economia permetterà agli esodati 2010 di accedere a quella che è stata definita la salvaguardia 2015.   A confermare il prossimo arrivo dell’assegno per gli esodati è il sottosegretario al Welfare, Maria Teresa Bellanova. ‘intervento interesserà 1490 lavoratori, gli esodati di Sacconi che, dopo aver terminato mobilità ed ammortizzatori sociali prima del 30 aprile 2010 sono rimasti, per effetto della finanziaria 2010, privi sia di stipendio che di pensione.

  Gran parte degli esodati di Sacconi hanno raggiunto, nel tempo, il pensionamento, per i restanti, 1490 appunto, è previsto un intervento di sostegno al reddito che va approvato e rifinanziato ogni anno.   Potranno usufruire dell’assegno previsto dalla salvaguardia 2015 i seguenti lavoratori:

  • quelli collocati in mobilità ordinaria su base di accordi sindacali stipulati prima del 30 aprile 2010 e che hanno maturato i requisiti alla pensione entro il periodo in cui hanno fruito della mobilità
  • quelli collocati in mobilità lunga su base di accordi sindacali stipulati prima del 30 aprile 2010
  • quelli che al 31 maggio 2010 erano titolari di una prestazione straordinaria a carico di fondi solidarietà

  Tutti questi esodati hanno un diritto al reddito sino al momento del pensionamento. Questo appena firmato, fa sapere il sottosegretario Bellanova, è il secondo decreto per gli esodati 2010 del 2015, infatti lo scorso marzo era stato firmato un decreto che prolungava il sostegno al reddito di questi esodati de 2014 per le mensilità residue del 2015.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: