Saldo Tasi 2015: come compilare il modello F24 per il pagamento

Come va compilato il modello F24 per il pagamento della Tasi? Ecco una piccola guida al riguardo.

di , pubblicato il
Come va compilato il modello F24 per il pagamento della Tasi? Ecco una piccola guida al riguardo.

Il pagamento del saldo Tasi 2015, il cui termine è fissato al 16 dicembre, si avvicina sempre più; per pagare la Tasi con il modello F24 è necessario saper compilare il modello in questione. Proprio per questo abbiamo deciso di realizzare questa breve guida su come si compila il modello F24 per pagare la Tasi.  

Quadro contribuente

Nella parte alta del modello F24 troveremo il quadro relativo ai dati del contribuente che vanno compilati inserendo, negli appositi campi,

  • codice fiscale
  • dati anagrafici
  • domicilio fiscale

  Se esiste un coobbligato bisognerà inserire anche il codice fiscale dell’erede, genitore, tutore o curatore fallimentare nell’apposito campo. Si dovrà inserire anche l’apposito codice che è

  • Per genitore/tutore 02
  • Per curatore fallimentare 03
  • Per erede 07

 

Quadro tributi locali

Del modello F24 va compilata la parte riguardante Imu e altri tributi locali dove andrà inserito il codice identificativo soltanto se il Comune lo ha previsto altrimenti, non essendo state fornite indicazioni al riguardo, lasciare vuoto il campo.   Il codice ente va reperito sul sito dell’Agenzia delle Entrate e va inserito nell’apposito campo, è un codice di quattro cifre che identifica il Comune.   Per il pagamento dell’acconto si è barrata la casella “acc”, mentre per il saldo si dovrà barrare la casella “Saldo”. Se invece si effettua il pagamento in una soluzione unica bisognerà barrare entrambe le caselle. Inoltre troviamo anche la casella “ravv”, per il ravvedimento operoso che dovrà essere barrata soltanto nel caso si paghi in ritardo.   Nella casella degli immobili bisognerà indicare il numero di immobili cui si riferisce il pagamento e a fianco, nella casella codice tributo, si dovrà inserire l’apposito codice dell’immobile in questione che sono:

  • 3958 per la prima casa
  • 3961 per altri immobili
  • 3959 per fabbricati rurali ad uso strumentale
  • 3960 per le aree fabbricabili
  • 3962 per gli interessi del ravvedimento operoso
  • 3963 per le sanzioni del ravvedimento operoso che si pagano unitamente all’imposta.

  Nel campo rateazione si dovrà indicare 0101 per l’acconto e 0202 per il saldo. Nell’anno di riferimento si dovrà indicare l’ano di riferimento per cui si paga il tributo (2015) se dovesse trattarsi di un ravvedimento operoso insierire l’anno di riferimento.   Nella casella importo a debito versati va indicato il totale da pagare per tutti gli immobili inseriti nel rigo al netto delle detrazioni.   Se si ha eventuale credito utilizzato dovrà essere indicato nella casella “Compensazioni”. Nella casella G dovrà essere segnata la somma degli importi a debito e nella casella H le eventuali compensazioni. Nella casella di saldo si dovrà inserire il risultato dell’operazione G meno H. E quello sarà l’importo da pagare.

Argomenti: