Saldo IMU 2020: esenzione ampliata dal decreto Ristori bis

Arriva la cancellazione del saldo IMU 2020 per le nuove zone rosse e arancioni delineate dal Governo a fronte dell’epidemia Covid-19

di , pubblicato il
Arriva la cancellazione del saldo IMU 2020 per le nuove zone rosse e arancioni delineate dal Governo a fronte dell’epidemia Covid-19

Con il decreto Ristori bis, approvato dal Governo il 6 novembre 2020, viene allargato il campo di applicazione della cancellazione del secondo acconto IMU 2020 in scadenza il prossimo 16 dicembre 2020.

Ricordiamo che un primo intervento in tal senso c’è stato con il decreto Ristori (decreto-legge n. 137 del 2020), con cui il legislatore all’art. 9, ha cancellato il saldo IMU 2020 gli immobili e le relative pertinenze in cui si svolgono le attività imprenditoriali interessate dalla sospensione disposta col DPCM. 24 ottobre 2020 in ragione dell’aggravarsi dell’emergenza sanitaria legata al virus Covid-19.

Si tratta delle attività riportate all’allegato 1 dello stesso decreto Ristori. Condizione fondamentale per avere l’esenzione che il proprietario dell’immobile sia anche colui che in esso vi esercita la relativa attività imprenditoriale.

Saldo IMU 2020 cancellato per le zone rosse e arancione

Ora con il decreto Ristori bis, si aggiunge la cancellazione del saldo IMU 2020 anche per le attività di cui all’allegato 2 del medesimo decreto. Sono le attività ricadenti nelle zone di rischio rossa e arancione ed interessate dai provvedimenti di chiusura del Governo disposti a fronte dell’aggravarsi della seconda ondata dell’epidemia Covid-19 nel nostro Paese.

Resta fermo che per essere esonerati dal versamento è necessario che il possessore dell’immobile (soggetto a pagamento IMU) sia anche il gestore dell’attività.

Ricordiamo, infine, che la cancellazione del saldo IMU 2020 in commento (decreto Ristori e decreto Ristori bis) si aggiunge a quella già disposta per le strutture turistiche, ricettive e fieristiche con l’art.78 del decreto-legge n. 104 del 2020 (decreto Agosto) che, a tale scopo, sono, pertanto, espressamente fatte salve.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,