Saldo e stralcio cartelle, al via le domande: ecco requisiti ISEE e moduli

Saldo a stralcio: il via ufficiale. Ecco requisiti e modulo di domanda: per chi resta fuori scatta in automatico la rottamazione ter

di , pubblicato il
Pignoramento e rottamazione cartelle 2018

L’Agenzia delle Entrate ha dato ufficialmente il via all’operazione “saldo e stralcio” delle cartelle esattoriali. L’obiettivo è quello di fornire a chi ha debiti con il Fisco, l’opportunità di saldare i propri debiti con una percentuale ridotta. Maggiori informazioni sull’iter sono disponibili direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nell’apposita guida al saldo a stralcio.

Saldo a stralcio: requisiti per fare domanda

La misura si rivolge a persone fisiche con un Isee familiare non superiore a 20 mila euro: il modello da scaricare è il SA-ST, siglia che sta per l’acronimo di saldo e stralcio appunto. Non si può fare domanda per tutti i debiti con il Fisco ma solo per le cartelle con data compresa tra il 2000 e il 31 dicembre 2017. La percentuale da pagare per il saldo e stralcio ammonta rispettivamente al 16% per Isee non superiore a 8500 euro e del 20% per redditi inclusi tra 8500 e 12500 euro mentre arriva al 35% per chi ha un Isee compreso tra 12500 e 20 mila euro.

Come aderire al saldo e stralcio: tempi e scadenza domanda

La richiesta di saldo e stralcio va inviata in modo formale entro e non oltre il 30 aprile 2019. Entro il 31 ottobre 2019 l’Agenzia delle Entrate comunicherà al richiedente l’importo totale esatto da pagare e la scadenza delle rate. Il contribuente, al momento della compilazione del modulo, può indicare se intende pagare in un’unica soluzione il 30 novembre, o in cinque rate con un interesse annuo del 2% dal primo dicembre 2019: il 35% del totale dovuto entro il 30 novembre 2019, il 20% entro il 31 marzo 2020, il 15% entro il 31 luglio 2020, il 15% entro il 31 marzo 2021 e il restante 15% entro il 31 luglio 2021.

Saldo a stralcio e rottamazione ter: passaggio

Ricordiamo infine che, chi non rientra nella possibilità di saldo a stralcio dei debiti, entra di diritto nella rottamazione ter. Anche in questo caso l’Agenzia delle Entrate comunicherà l’importo da pagare e le relative scadenze.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,