Ruffini: commercialisti, ruolo importante nella macchina dell’Amministrazione finanziaria

La condivisione dell'onere del funzionamento della macchina fiscale, insieme ai professionisti che operano in questo settore, permette di conseguire risultati che, altrimenti, non sarebbe possibile raggiungere.

di , pubblicato il
La condivisione dell'onere del funzionamento della macchina fiscale, insieme ai professionisti che operano in questo settore, permette di conseguire risultati che, altrimenti, non sarebbe possibile raggiungere.

I commercialisti hanno avuto “un ruolo importante nella macchina dell’Amministrazione finanziaria”. La condivisione dell’onere del funzionamento della macchina fiscale, insieme ai professionisti che operano in questo settore, permette di conseguire risultati che, altrimenti, non sarebbe possibile raggiungere.

A dichiararlo è stato il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, intervenuto al congresso dell’Unione giovani dottori commercialisti (Ungdcec).

Il fondamentale ruolo dei commercialisti

Il direttore ha evidenziato che senza il lavoro dei commercialisti l’attività della stessa Agenzia delle entrate, in generale, sarebbe più gravosa e non riuscirebbe ad ottenere i risultati sperati.

“È dunque un rapporto, quello tra l’Agenzia delle Entrate e i professionisti, di lealtà e fiducia che spero possa tradursi sempre più in un’occasione di dialogo soprattutto in questi mesi di emergenza sanitaria. Il 2020 è un anno che verrà ricordato nei libri di storia, nostro malgrado. Si parlerà di pre e post Covid. In questa fase, nel mezzo del Covid, siamo tutti chiamati a svolgere il nostro lavoro nel migliore dei modi”.

Articoli correlati

Commercialisti: 460 mila piccole imprese italiane a rischio chiusura a causa del Coronavirus

Adempimenti fiscali di novembre: i commercialisti scrivono a Gualtieri per la proroga

Argomenti: ,