Rottamazione vecchia televisione per bonus TV: si può fare anche dopo l’acquisto?

La rottamazione si può fare anche dopo l'acquisto? Chi è tenuto a richiedere il Bonus TV? Una volta inviata la domanda, bisognerà attendere.

di , pubblicato il
La rottamazione si può fare anche dopo l'acquisto? Chi è tenuto a richiedere il Bonus TV? Una volta inviata la domanda, bisognerà attendere.

Dal 23 agosto è possibile richiedere il Bonus TV collegandosi alla piattaforma online messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Una volta inviata la domanda, bisognerà attendere l’autorizzazione per lo sconto del 20%.

Il Bonus rottamazione Tv è l’incentivo statale previsto dalla Legge di Bilancio 2021 per l’acquisto di televisori di nuova generazione. Sono destinati alla rottamazione i vecchi televisori acquistati prima del 22 dicembre 2018 non più idonei ai nuovi standard del digitale terrestre. Tale agevolazione è cumulabile con il Bonus Tv-decoder precedente (con sconto del 20%) fino a massimo 100 euro. La rottamazione si può fare anche dopo l’acquisto? Chi è tenuto a richiedere il Bonus TV?

Bonus TV: si può rottamare il vecchio televisore anche dopo l’acquisto?

Il bonus TV si può richiedere in due modi:

– recandosi presso un rivenditore che si occuperà direttamente dello smaltimento dell’apparecchio;

– consegnare la vecchia Tv in un’isola ecologica autorizzata muniti di modulo di dichiarazione sostitutiva scaricabile dal sito web del Mise. In questo caso, verrà rilasciata un’attestazione di avvenuta consegna della vecchia Tv con relativa documentazione che il beneficiario dovrà poi consegnare al venditore.

In entrambi i casi, è chiaro che la vecchia Tv non si può rottamare dopo l’acquisto ma contemporaneamente all’acquisto o prima di recarsi dal venditore.

Spetta al venditore richiedere il Bonus TV

Deve fare richiesta del Bonus Tv non il beneficiario ma il venditore per conto del cliente. Il rivenditore dovrà registrarsi alla piattaforma messa a disposizione dal Mise, inserire il codice fiscale dell’acquirente e specifici dati identificativi del nuovo televisore.

A questo punto, la piattaforma effettuerà le dovute verifiche e, una volta accertata la disponibilità delle risorse finanziarie, invierà al rivenditore l’attestazione di disponibilità dello sconto del 20% richiesto.

A sua volta, il venditore potrà recuperare lo sconto come credito d’imposta in compensazione a decorrere dal 2° giorno lavorativo successivo alla ricezione dell’attestazione da parte della piattaforma. Nel modello F24, da inviare esclusivamente per via telematica, dovrà usare il codice tributo 6927 (Bonus Tv rottamazione).

Bonus TV: a chi spetta

Il Bonus TV è concesso una sola volta ed è valido fino al 31 dicembre 2022.

Possono fruire dell’agevolazione i cittadini:

– residenti in Italia;

– titolari di un contratto elettrico con addebito del canone RAI o che pagano il tributo tramite modello F24;

– soggetti esenti dal pagamento del canone RAI in quanto contribuenti a basso reddito di età pari o superiore ai 75 anni.

Argomenti: