Rottamazione ter: bollo auto 2016, cartella esattoriale e ruolo

Rottamazione ter e cartelle esattoriali affidate all'Agenzia delle Entrate Riscossione con il ruolo 2018 e cartella esattoriale notifica nel 2019, il debito rientra?

di , pubblicato il
Rottamazione cartelle
Rottamazione ter e cartella esattoriale pervenuta nel 2019 con il ruolo 2018, il quesito di un nostro lettore: “Buongiorno, nell’articolo di cui all’oggetto è riportato che “…il carico sicuramente è stato affidato all’ente di riscossione prima del 24 ottobre 2018, data in cui lei ha ricevuto la notifica, e quindi sicuramente potrà aderire alla rottamazione Ter.” La mia situazione è la seguente: il bollo auto per l’anno 2016 non è stato pagato. La notifica ci è stata fatta il giorno 25/01/19, ma leggendo all’interno dell’atto il ruolo 2018/……. è stato reso esecutivo il 19/10/2018. Si rientra nella rottamazione? Grazie. Distinti saluti.”

La Rottamazione ter prevede l’inclusione delle cartelle esattoriali dal 2000 al 2017

L’art 3 del Decreto Legge n. 119/2018 prevede la Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

Chi intende aderire pagherà l’importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

Per definizione di “carico” oggetto della definizione agevolata, l’agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti riguardo al significato del termine carico cartelle esattoriali.

“Per carico deve intendersi la singola partita di ruolo ovverosia l’insieme delle singole voci (tributo, sanzioni, interessi, eccetera) unitariamente riconducibili a uno specifico debito del contribuente. Ai fini della rottamazione, la singola partita non può essere frazionata. In altri termini, se è vero che il contribuente può scegliere se definire tutti o solo alcuni dei carichi a lui riferiti, per fruire dei benefici previsti dalla legge, scelto il carico da rottamare, è tenuto a pagare tutti gli importi compresi nella partita di ruolo (tranne, come detto, sanzioni e interessi di mora)”.

Quindi, nella definizione agevolata la definizione di “carichi affidati” si riferisce ai carichi trasmessi, nell’arco temporale 2000/2017, all’agente della riscossione e, quindi, usciti dalla disponibilità dell’ente creditore.

Guida compilazione del modello “DA-2018”: ruolo

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito nella guida di compilazione del modello DA-2018 che bisogna specificare il ruolo e il numero di cartella, è possibile consultare qui la guida: GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO “DA-2018” 

ruolo

Conclusione

La rottamazione ter prevede i carichi affidati all’Ente di Riscossione fino al 31 dicembre 2017, quindi le cartelle e i ruoli affidati del 2018 non rientrano. Se il ruolo è del 2017 e la cartella esattoriale è stata notificata nel 2018, allora può entrare in rottamazione ter.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,