Rottamazione Equitalia, fase 2: le rate diventano 8 ma è dubbio sulla scadenza

Rottamazione cartelle Equitalia: le rate passano da 5 a 8? Ecco per chi e quali sarebbero i vantaggi

di , pubblicato il
Rottamazione cartelle Equitalia: le rate passano da 5 a 8? Ecco per chi e quali sarebbero i vantaggi

Novità importanti per chi ha debiti in sospeso con il Fisco. E’ allo studio in vista della fase 2 della rottamazione cartelle Equitalia la possibilità di aumentare il numero di rate per il saldo dei debiti. Si passerebbe da 5 a 8. Non sono ancora note però, nell’eventualità che questa misura passasse, le date di scadenza delle singole rate.

Ma quali sarebbero i vantaggi?

Debiti Equitalia: 8 rate concesse invece di 5?

Sono state circa 800 mila le domande pervenute per la richiesta di rottamazione delle cartelle Equitalia entro la data di scadenza per l’adesione alla sanatoria del 21 aprile scorso.
Richieste pendenti in attesa che Equitalia confermi l’accettazione e indichi gli importi dovuti e le relative scadenze delle rate.

Leggi anche: come controllare che la domanda di rottamazione cartelle sia stata accettata

Ad oggi le alternative per chi ha aderito alla rottamazione della cartelle Equitalia sono il pagamento in un’unica soluzione a luglio oppure la rateazione entro un massimo di 5 rate, sempre con la prima scadenza in calendario a luglio prossimo.

Si nota che la forbice temporale concessa per il saldo dell’intero debito non è molto ampia visto che il 70% dell’importo va saldato nelle prime tre rate scadenti entro il 31 dicembre 2017 (le ultime due invece cadono nel 2018). Ora, se il debito ha un importo contenuto non sorgono di norma grandi problemi per il saldo a stretto giro. Per i debiti di importo maggiore però può diventare più difficile saldare 5 maxi rate in così breve termine.

Cosa succede se non si paga una rata Equitalia

Saltare le rate del piano rottamazione significa perdere il diritto ai benefici della sanatoria, quindi il debito torna ad essere incrementato da sanzioni e interessi originariamente accumulati. Viste le conseguenze drastiche quindi è importante che il contribuente abbia un piano rate che sia gestibile in base alle sue possibilità economiche altrimenti tutto il vantaggio della sanatoria rischia di essere vanificato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.