Rottamazione cartelle esattoriali: le prossime scadenze di settembre della rottamazione-ter e del saldo e stralcio

Anche per le scadenza di settembre trova applicazione applicazione la regola della tolleranza di 5 giorni di ritardo

di , pubblicato il
Rottamazione

Rottamazione cartelle esattoriali con scadenze entro fine mese. Nel mese di settembre i contribuenti dovranno rispettare alcune scadenze di fine mese sia per quanto riguarda la  rottamazione-ter sia per il saldo e stralcio.

Ecco tutte le scadenze da rispettare.

Le scadenze della rottamazione-ter

Il D.L. 73/2021, decreto Sostegni-bis, ha spostato in avanti alcune scadenze della rottamazione delle cartelle: rottamazione-ter e saldo e stralcio.

Nello specifico, per i contribuenti in regola con il pagamento delle rate 2019, il mancato, insufficiente o tardivo versamento di quelle in scadenza per l’anno 2020 non determina la perdita dei benefici della “Rottamazione-ter”, se le stesse verranno integralmente corrisposte entro il:

  • 31 luglio 2021, per la rata in scadenza il 28 febbraio 2020;
  • 31 agosto 2021, per la rata in scadenza il 31 maggio 2020;
  • 30 settembre 2021, per la rata in scadenza il 31 luglio 2020;
  • 31 ottobre 2021, per la rata in scadenza il 30 novembre 2020.

Versate le rate 2019 e 2020, il termine “ultimo” per pagare quelle in scadenza nel 2021 è differito al 30 novembre (rate in scadenza il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio).

Sempre al  30 novembre 2021, scade la quarta rata 2021 della “Rottamazione-ter” e della “Definizione agevolata delle risorse UE”. Come da piano ordinario di rateazione.

Dunque, a settembre i contribuenti devono tenere bene a mente la scadenza di giorno 30.

Le scadenza del saldo e stralcio

Il decreto Sostegni-bis ha modificato le scadenze anche in riferimento al saldo e stralcio.

Nello specifico, per i contribuenti in regola con il pagamento delle rate 2019, il mancato, insufficiente o tardivo versamento di quelle in scadenza per l’anno 2020 non determina la perdita dei benefici del “Saldo e stralcio”, se le stesse verranno integralmente corrisposte entro il:

  • 31 luglio 2021, per la rata in scadenza il 31 marzo 2020;
  • 30 settembre 2021, per la rata in scadenza il 31 luglio 2020.

Per coloro che sono in regola con i versamenti delle rate del 2019 e del 2020, il termine “ultimo” per pagare quelle in scadenza nel 2021 è differito al 30 novembre.

In sintesi, al 30 settembre ci sarà sia una scadenza della rottamazione cartelle: rottamazione-ter sia del saldo e stralcio. Anche per la rottamazione delle cartelle, sono ammessi i cinque giorni di tolleranza di cui all’articolo 3, comma 14-bis, del DL n. 119 del 2018. Da qui, per la scadenza del 30 settembre 2021, il pagamento potrà essere effettuato entro il 5 ottobre 2021 (Fonte portale A.D.E.R.).

Ad ogni modo, le rate scadute possono essere pagate con i vecchi bollettini.

Anche per le scadenze di settembre, è possibile pagare presso la propria banca, agli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento Cbill, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica ecc.

Argomenti: Nessuno