Rottamazione cartelle Equitalia: in arrivo accoglimento o rigetto della richiesta

In arrivo le risposte di Equitalia sulla domanda di adesione alla rottamazione delle cartelle esattoriali.

Ricevi Notizie su Rate equitalia.
Condividi su:
Ricevi sul MobileLoading
Patrizia Del Pidio

rottamazione-cartelle-equitalia

Equitalia sta rispondendo ai contribuenti in riguardo alla domanda di rottamazione delle cartelle esattoriali: tutti riceveranno una lettera per posta raccomandata (o in alternativa una PEC)  che informa sull’accoglimento e il rigetto della adesione alla rottamazione.

Nella missiva saranno, inoltre, indicati gli importi da pagare e la data entro cui effettuare il pagamento. S troveranno nella lettera anche i bollettini precompilati per effettuare il pagamento in base alla scelta effettuata in fase di domanda (si ricorda che era possibile scegliere fino ad un massimo di 5 rate) e il modulo per effettuare, eventualmente, direttamente l’addebito delle rate in conto corrente.

A partire dal 16 giugno, inoltre, nella area riservata del sito di Equitalia, è possibile trovare, per i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione della cartelle esattoriali, una copia della risposta dell’Ente con la relativa comunicazione delle somme dovute. Il servizio online è stato voluto dai vertici dell’ente per diversi motivi primi fra tutti le imminenti vacanze, la possibilità di un’invio cartaceo in ritardo o non andato a buon fine, smarrimento della raccomandata ecc…. In questo modo i contribuenti, pur non entrando in possesso della risposta cartacea di Equitalia potranno utilizzare la copia dei bollettini o il Rav presente sulla propria area riservata del sito di Equitalia.

Comunicazioni Equitalia: sono 5

Vediamo quali sono le tipologie di comunicazioni previste dall’ente di riscossione a seconda dei casi:

  • AT: Accoglimento totale della richiesta per i contribuenti che hanno tutti debiti rottamabile
  • AP: Accoglimento parziale della richiesta per i contribuenti che hanno oltre ai debiti rottamabili anche debiti che non potevano essere inseriti nella rottamazione delle cartelle esattoriale
  • AD: riservata ai contribuenti che non devono pagare nulla nè per debiti rottamabili nè per quelli non rottamabili
  • AX: per i contribuenti che hanno debiti rottamabili per i quali non devono pagare nulla ma hanno un debito residuo per i debiti non rottamabili
  • RI: riguarda il rigetto delle richieste in quanto i debiti per i quali è stata richiesta la rottamazione non erano rottamabili e, quindi, dovranno essere pagati senza agevolazioni.

Commenta la notizia





SULLO STESSO TEMA