Robot, ecco l’unico lavoro che hanno già cancellato: quali saranno i prossimi?

I robot finora ci hanno rubato un solo posto di lavoro: ecco qual è e quali saranno i prossimi a rischio

di , pubblicato il
I robot finora ci hanno rubato un solo posto di lavoro: ecco qual è e quali saranno i prossimi a rischio

Robot e lavoro: dobbiamo averne paura? Più volte gli esperti ci mettono in guardia sulla velocità con cui le macchine stanno rimpiazzando gli uomini. Ad essere messi in allerta sono stati prima operai e artigiani ma nuovi studi hanno previsto che in un futuro non troppo lontano i robot prenderanno il posto anche dei liberi professionisti (leggi anche: avvocati addio, arrivano in tribunale i robot della difesa?).

E, a quanto pare, perfino il “mestiere più antico del mondo” sarebbe a rischio con i cd robot del sesso.

E così, piuttosto che evitare quello che ormai appare come uno scenario inevitabile, si studiano soluzioni per fronteggiare il momento che arriverà: Bill Gates ad esempio ha proposto di far pagare le tasse ai robot.

E’ vero che i robot ci stanno togliendo il lavoro? Solo 1 in 60 anni è sparito: ecco quale

Un’analisi dell’Università di Harvard però ha analizzato il fenomeno da una prospettiva più concreta, legata ai numeri e non alle previsioni futuristiche. Quanti posti di lavoro effettivamente possono dirsi soppiantati al 100% dalle macchine? In molti casi uomini e robot coesistono ma c’è solo un lavoro in cui i robot hanno già preso il posto dell’uomo negli ultimi 60 anni di evoluzione tecnologica: l’operatore di carrelli elevatori.

Robot e umani come colleghi: gli effetti sull’occupazione

A capo dello studio l’economista James Besson che ha analizzato ben 270 professioni. Il fatto che in molte professioni ci sia una sostituzione parziale non deve preoccupare: in questi settori infatti l’avvento dei robot può avere paradossalmente l’effetto di aumentare l’occupazione perché cambieranno le competenze e il metodo organizzativo proprio grazie alla tecnologia.  L’azienda quindi non dirà addio al personale umano ma troverà il modo, proprio grazie alla tecnologia, di ottimizzarne le energie.

Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.