RITA per accedere alla quota 100: perchè non può essere utilizzata?

Perchè la RITA non può essere utilizzata per arrivare alla quota 100 ma solo alla pensione di vecchiaia?

di , pubblicato il
Pensione anticipata Rita e Fondo Zurig

Maturerò i requisiti per la quota 100 l’anno prossimo in quanto ho 61 anni e 39 anni di contributi.
Ho richiesto al mio fondo ESPERO la R.I.T.A. in quanto ho una iscrizione al fondo di 15 anni e ho più di 20 anni di contributi.
Mi rispondono che NON POSSO RICHIEDERLA in quanto la R.I.T.A. fa riferimento alla pensione di vecchiaia cioè a 67 anni.


Ma se posso andare in pensione con la quota 100 perché non posso utilizzare la R.I.T.A.??? ( anticipando ad un massimo di cinque anni, a me ne serve solo uno, per la pensione ?)
Se avete delle idee più chiare potete contattarmi ? O rispondermi via mail.
Grazie della pazienza.

In Pensione con la Rita cosa dice la normativa?

La RITA è stata introdotta dai commi 188, 189, 190 191 della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di Bilancio 2017).

In essa è espressamente specificato che “A decorrere dal 1º maggio 2017,  per i lavoratori in possesso dei requisiti di eta’, contributivi e di maturazione del diritto a pensione di vecchiaia […] a seguito della cessazione del rapporto di lavoro, le prestazioni delle forme pensionistiche complementari di cui al decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, con esclusione di quelle in regime di prestazione definita, possono essere erogate, in tutto o in parte, su richiesta dell’aderente, in forma di rendita temporanea, denominata «Rendita integrativa temporanea anticipata» (RITA), decorrente dal momento dell’accettazione della richiesta fino al conseguimento dei predetti requisiti di accesso alle prestazioni nel regime obbligatorio e consistente nell’erogazione frazionata, per il periodo considerato, del montante accumulato richiesto. ”

RITA: perché non per la quota 100?

Così come ha potuto leggere nella normativa su cui si basa la Rendita Integrativa Temporanea Obbligatoria, essa deve essere erogata a chi mancano 5 anni per il raggiungimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia (in caso di disoccupati da più di 24 mesi 10 anni) dal momento dell’accettazione della richiesta fino al conseguimento dei requisiti per la pensione di vecchiaia. La RITA, quindi, nasce come un anticipo pensionistico per chi non ha altre forme di anticipo rispetto alla pensione di vecchiaia e accompagna, appunto, chi la richiede, fino alla pensione di vecchiaia.

Innanzitutto a lei non mancano 5 anni al raggiungimento della pensione di vecchiaia ma 6 e a prescindere la RITA non le sarebbe stata concessa poiché è concessa ai lavoratori cui mancano 5 anni al raggiungimento dei requisiti anagrafici per la pensione di vecchiaia (67 anni). Dal 2019, quindi, la RITA viene concessa ai richiedenti lavoratori a partire dai 62 e a quelli disoccupati a partire dai 57 anni.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,