Riscossione tributi locali: dal 2013 ai Comuni o ad un consorzio

Riscossione tributi locali affidata direttamente ai comuni dal 1 luglio 2013 ovvero ad un consorzio partecipato dall'Anci che si avvarrà di Equitalia, prendendone anche il personale dipendente

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Riscossione tributi locali affidata direttamente ai comuni dal 1 luglio 2013 ovvero ad un consorzio partecipato dall'Anci che si avvarrà di Equitalia, prendendone anche il personale dipendente

Riscossione tributi dal 2013 affidata ai comuni direttamente o ad un Consorzio partecipato dall’Anci che si avvarrà di Equitalia.

Riscossione tributi locali 2013

E’ stato presentato un emendamento al decreto salva-enti locali, il decreto legge n. 174 del 2012, in Commissioni affari costituzionali e bilancio del senato, che riscrive in toto la riscossione locale che dal prossimo anno non sarà più esclusiva di Equitalia. Ma non significa che la società di riscossione gestita dal direttore delle Entrate, Attilio Befera, si defilerà totalmente. Mentre si stavano creando possibili ipotesi per ridisegnare la riscossione tributi, l’Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani, ha costituito la società Anci riscossioni.

Riforma riscossione tributi locali: l’emendamento

Nell’emendamento presentato si parla dell’istituzione di un consorzio che avrà il compito di gestire le attività di liquidazione, accertamento e riscossione volontaria di tutte le entrate comunali. Equitalia continuerà a curare la riscossione coattiva e un’apposita convenzione tra la società di riscossione in oggetto e il nascente consorzio stabilirà la remunerazione. Il consorzio poi prenderà in carico il personale in sovrannumero delle società del gruppo Equitalia impiegato nella riscossione tributi locali. Ma l’istituzione del consorzio non è obbligatoria, visto che si dà comunque ai comuni la possibilità di optare per la gestione diretta delle entrate, da svolgersi comunque in economia.

Quindi dal 1 luglio 2013, la riscossione tributi locali sarà affidata direttamente ai comuni ovvero si istituirà un consorzio che lavorerà con Equitalia.

Ora l’emendamento presentato alle commissioni affari costituzionali e bilancio del senato passerà alla camera, ma la Lega Nord, contraria, promette battaglia.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi