Riscatto alloggi sociali nel Piano casa 2014, ecco come funziona

Riscatto alloggi sociali nel Piano casa 2014 insieme al taglio alla cedolare secca per gli affitti a canone concordato e altre misure per l'emergenza abitativa. Ecco di cosa si tratta

di , pubblicato il
Riscatto alloggi sociali nel Piano casa 2014 insieme al taglio alla cedolare secca per gli affitti a canone concordato e altre misure per l'emergenza abitativa. Ecco di cosa si tratta

Non solo cedolare secca e detrazioni affitti, ma anche riscatto alloggi sociali  nel Piano casa 2014, il pacchetto di norme ideato per affrontare l’emergenza abitativa. Vediamo di cosa si tratta.

 Cedolare secca, detrazioni affitti: ecco il Piano casa 2014

Cedolare secca per affitti a canone concordato, rifinanziamento dei fondi per gli inquilini morosi, aumenti delle detrazioni Irpef per chi vive in affitto sono solo alcune delle misure contenute nel decreto legge n.

47 del 2014, anche conosciuto come Piano casa che è stato pubblicato in Gazzetta. Si rinvia a: Cedolare secca affitti a canone concordato, cosa cambia dal 2014 con il Piano casa Piano casa 2014 in Gazzetta ufficiale. Ecco il testo Piano casa 2014: cedolare secca, case popolari e aiuti per gli affitti. Cosa cambia

Alloggi sociali: riscatto a termine nel Piano casa 2014

Tra queste misure particolare importanza è data alla figura del riscatto dell’alloggio sociale. Si prevede in particolare che trascorso un periodo minimo di 7 anni dalla stipula del contratto di locazione, il conduttore di un alloggio sociale, ha facoltà di riscattare l’unità  immobiliare.

 Riscatto alloggi sociali: come funziona

In sostanza, l’inquilino di un alloggio sociale che vuole riscattare l’immobile, fino alla data del riscatto imobiliare, può imputare parte dei corrispettivi pagati al locatore in conto del prezzo di acquisto futuro dell’alloggio e per altra parte in conto affitto. Ai fini Irpef e Irap però,  i corrispettivi si considerano canoni di locazione, anche se imputati in conto del prezzo di acquisto futuro dell’alloggio sociale. Sempre ai fini Irpef e Irap, i corrispettivi elargiti per gli alloggi sociali o popolari, si considerano conseguiti alla data dell’eventuale esercizio del diritto di riscatto dell’unità immobiliare da parte del conduttore e le imposte correlate alle somme percepite in conto del prezzo di acquisto futuro dell’alloggio nel periodo di durata del contratto di locazione costituiscono un credito d’imposta. [fumettoforumright]

 Riscatto alloggi sociali: rinvio a decreto ad hoc

Si rinvia ad un apposito decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, per la disciplina delle clausole standard dei contratti di locazione e di futuro riscatto, insieme alle tempistiche e agli altri aspetti ritenuti rilevanti nel rapporto.

 Riscatto alloggi sociali: novità per contratti successivi

Per ciò che riguarda la figura del riscatto così come prevista nel Piano casa 2014, si prevede che le novità si applicano ai contratti di locazione stipulati successivamente alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 47 del 2014, ossia dopo il 29 marzo 2014.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: