Rinnovo patente ai tempi del Covid: documenti necessari e costi

Rinnovare la patente significa evitare multe e, peggio ancora, la sospensione della licenza di guida. Il Governo, per venire incontro alle esigenze degli automobilisti ed alle difficoltà negli uffici della Motorizzazione Civile, ha prorogato le scadenze.

di , pubblicato il
Rinnovare la patente significa evitare multe e, peggio ancora, la sospensione della licenza di guida. Il Governo, per venire incontro alle esigenze degli automobilisti ed alle difficoltà negli uffici della Motorizzazione Civile, ha prorogato le scadenze.

Rinnovare la patente significa evitare multe e, peggio ancora, la sospensione della licenza di guida. Il Governo, per venire incontro alle esigenze degli automobilisti ed alle difficoltà negli uffici della Motorizzazione Civile, ha prorogato le scadenze.

Qual è la scadenza del rinnovo patente ai tempi del Covid? Cosa cambia? Quali sono i documenti necessari ed i costi?

Rinnovo patente ai tempi del Covid: la proroga

Nell’attuale emergenza sanitaria, per ridurre al minimo uscite, file e assembramenti (soprattutto per chi ha patologie pregresse), l’ultimo Dl Covid (che sarà convertito in legge entro il prossimo 6 dicembre) ha prorogato il termine per il rinnovo della patente spostandolo da dicembre 2020 al 30 aprile 2021.

Lo slittamento della scadenza interessa tutte le patenti rilasciate in Italia la cui scadenza è compresa tra il 31 gennaio 2020 ed il 30 dicembre 2020, già prorogate in precedenza fino al 31 dicembre di quest’anno. Resteranno, dunque, valide fino a fine aprile 2021, non sarà necessario rinnovarle.

Come rinnovare la patente: documenti necessari

Ricordiamo cosa bisogna fare per il rinnovo della patente per due motivi: evitare multe salate (da 155 a 624 euro e sospensione della patente di guida) ed attese stressanti (per ricevere il nuovo documento c’è da attendere 7-10 giorni). Rinnovare la patente con un certo anticipo conviene sempre.

Oggi, per dar modo all’automobilista di ricordarsi facilmente della scadenza, il termine viene fissato alla data del suo compleanno.

Per il rinnovo della patente, basta recarsi alla Motorizzazione, presso una scuola guida, una ASL oppure in un’agenzia di pratiche auto.

Bisogna portare con sé i seguenti documenti:

– carta d’identità o passaporto;

– codice fiscale (tessera sanitaria);

– patente in scadenza o scaduta;

– 2 foto tessere identiche;

– ricevute (o copie) dei 2 bollettini pagati per il rinnovo (uno di 10,30 euro, l’altro di 16 euro);

– eventuali certificazioni relative a patologie o all’uso degli occhiali da vista.

Questi documenti vanno esibiti il giorno della visita medica per il rinnovo patente.

Dopo aver effettuato la visita, il medico invierà tutta la documentazione alla Motorizzazione Civile che, entro 15 giorni, farà recapitare la nuova patente a casa dell’automobilista tramite posta assicurata.

In attesa del ricevimento della nuova patente, l’automobilista potrà guidare grazie ad un documento provvisorio rilasciato dal medico con validità di 60 giorni.

Rinnovo patente: quanto costa

Per il rinnovo patente (anche ai tempi del Covid), i costi sono fissi tranne la visita (presso un medico autorizzato) che può variare a seconda della struttura a cui ci si rivolge.

I costi sono i seguenti:

– 16 € per il bollettino di imposta di bollo;

– 10,20 € per il bollettino al Ministero dei Trasporti;

– 6,80 € per il costo di spedizione a domicilio della patente tramite posta assicurata;

– dai 60 ai 90 € per la visita medica.

Il costo complessivo, quindi, oscilla tra i 100 ed i 130 €.

Il pagamento dei 2 bollettini può essere effettuato anche online, collegandosi al sito web Portale dell’Automobilista.

Argomenti: ,