Rimborso bonus bici, come chiederlo un giorno prima: priorità a chi arriva prima (sarà click day)

Alla fine sarà click day: la corsa al bonus bici parte il 3 novembre

di , pubblicato il
bonus-mobilita-click-day

Nonostante le smentite alla fine sarà click day: solo chi arriva prima ottiene il rimborso dell’acquisto di bici o monopattini grazie al bonus mobilità. Alla conferma della notizia, tantissimi utenti sono corsi online per capire se c’è un modo per prenotare il bonus bici e qual è la procedura migliore per assicurarsi il rimborso.

Bonus bici, sarà click day: la corsa inizia il 3 novembre

Rispetto a quanto era stato anticipato, la “corsa al bonus bici” non partirà il 4 novembre ma un giorno prima. Attenzione quindi a non perdere questa possibilità restando ancorati alla vecchia data. Si inizia un giorno prima. Domande al via il 3 novembre.

L’erogazione del bonus bici (valido anche per modelli a pedalata assistita e monopattini) seguirà l’ordine di inserimento delle fatture. Qualcuno resterà senza rimborso? Dal ministero confermano l’impegno a voler soddisfare tutte le domande, precisando che il click day serve a stabilire un ordine cronologico nei pagamenti.

Non ha la precedenza chi ha acquistato la bici prima ma chi fa prima domanda del bonus mobilità

I soldi basteranno per tutte le richieste?

La copertura economica per la misura ammonta a 210 milioni di euro. Basterò per tutti? Teoricamente sono agevolabili tutti gli acquisti di bici (anche elettriche) e monopattini effettuati dal 4 maggio o che saranno fatti entro il 31 dicembre. Il bonus rimborsa il 60% dell’acquisto fino a un massimo di 500 euro ed è esteso a tutti i Comuni con oltre 50 mila abitanti. Ipotizzando una media di 350 euro a persona si riuscirebbe a soddisfare circa 600 mila domande. Tuttavia, secondo i dati di Confindustria Ancma, solo nel primo mese di riapertura dopo il lockdown, gli acquisti di bici registrati hanno superato quota 500 mila.

Entro fine anno potrebbero essere più di un milione. Ad oggi, quindi, la copertura finanzia un rimborso ogni due acquisti. Servono quindi nuovi fondi per mantenere la promessa di accontentare tutti gli aventi diritto. Dall’Ambiente garantiscono di avere già raggiunto l’accordo con il ministero dell’Economia.

Chi sta pensando di acquistare una bici in questi giorni potrebbe sentirsi scoraggiato ma in realtà ha le stesse identiche possibilità di ottenere il bonus rispetto a chi ha effettuato l’acquisto mesi fa. Infatti, come sopra spiegato, rileva la data di inserimento della domanda, non quella di acquisto riportata sulla fattura.

Come arrivare primo al bonus bici

Che cosa occorre il 3 novembre per inserire la domanda tra i primi? Alla piattaforma online si accede tramite SPID. Ricordiamo che lo SPID serve anche per chi vuole comprare la bici entro fine anno e richiede il voucher sconto. Attenzione però perché questa seconda opzione è facoltativa per gli esercenti e, a quanto ci segnalano, non tutti sembrano intenzionati ad accettarlo.

Leggi anche:

Domanda bonus bici inserita, quali sono i tempi per il rimborso del 60%

Argomenti: ,