Rimborsi pensione: arretrati a rischio?

Decreto sul bonus pensioni fermo in Parlamento: rimborsi a rischio?

di , pubblicato il
Decreto sul bonus pensioni fermo in Parlamento: rimborsi a rischio?

Che li si chiamino bonus o rimborsi, l’accredito degli arretrati pensione potrebbe essere a rischio. Il governo Renzi ha garantito che il rimborso, sebbene una tantum e parziale, sarà accreditato sull’assegno Inps dei beneficiari il primo agosto. Non solo: lo ha chiamato bonus strategicamente. Ma le associazioni dei pensionati non sono ottimistiche e hanno posto l’accento su alcune problematiche che rischiano di rallentare l’iter in maniera irreparabile.

Rimborsi pensione ad agosto: Renzi ha tempo fino al 20 luglio

Stando ai tempi previsti per legge, il decreto legge 65/2015 sulla rivalutazione degli assegni, dovrà essere convertito in legge entro il 20 luglio per poter avere valenza. La questione da sciogliere a livello formale è essenzialmente una: occorre chiarire la base di partenza sulla quale calcolare l’importo del rimborso pensione in tempi brevi onde evitare la decadenza del decreto.

Bonus pensioni: come calcolare i rimborsi degli arretrati

Secondo gli ultimi aggiornamenti, i tecnici della Camera avrebbero riscontrato delle imprecisioni nel decreto che complicano il quadro del meccanismo di rivalutazione andandosi ad intrecciare con quello del 2016. In altre parole ci sarebbero due criteri per rivalutare le pensioni del 2012/13 a seconda che si consideri il valore nell’anno di appartenenza o chi si rivaluti in base all’indicizzazione del 2014. La scelta spetta al governo ma avrà inevitabilmente ripercussioni sui pensionati e sull’importo degli arretrati. Ma intanto il tempo passa inesorabile e la scadenza del termine di conversione, fissato al 20 luglio 2015, si avvicina.

Rimborso pensioni: la questione dei vitalizi

Nel frattempo sotto l’analisi critica degli esperti alla Camera sono finiti anche i vitalizi: essendo questi assegni a vita assimilati ai trattamenti previdenziali, possono rientrare nella sentenza della Consulta sui rimborsi pensione? Il problema da cui nasce l’empasse è che i vitalizi non possono essere presi in considerazione per rivalutarne l’importo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: